Filler autentici vs filler illegali

Fino a qualche decina di anni fa, il trattamento filler verona, come a Roma o in ogni città Italiana e del mondo, era un privilegio per pochi. Oggi invece, si è abbattuta questa credenza e soprattutto sono calati i prezzi di questi trattamenti.

In questo modo, hanno reso accessibile a tutti queste soluzioni ed hanno creato un vero e proprio mercato redditizio sia per gli specialisti di Medicina Estetica che per i produttori di acido ialuronico a fini medici.

Come si distinguono i Filler contraffatti?

I filler di acido ialuronico contraffatti si riconoscono dall’assenza di approvazioni in ambito clinico e medico. Infatti, i prodotti acquistati sui siti internet di Cina e Asia non contengono licenze, oppure hanno solo quella CE. Quest’ultima licenza è facile da ottenere perché necessita di poche pubblicazioni. Per essere sicuri dei prodotti che verranno iniettati nel vostro organismo, bisognerebbe farsi mostrare l’etichetta del prodotto con numero di lotto, data di scadenza e che contenga invece, l’approvazione FDA. Questo tipo di approvazione è più complicato ottenerla perché viene riconosciuta solo in seguito a numerosi test di laboratorio ed un’importante documentazione clinica.

Un altro modo per riconoscere un filler contraffatto è di sicuro il prezzo: prodotti low cost non potranno mai essere paragonabili ad un articolo che ti costo molto, se si parla di ambito medico.

Fortunatamente, i filler riempitivi che si trovano su internet  sono semplicemente delle soluzioni di acqua e gel che non sortiscono alcun tipo di effetto. Ma il rischio che possano esserci delle contaminazioni che possono danneggiare il nostro organismo sono tante.

Quali prodotti utilizzare per i filler riempitivi?

Tra i prodotti che godono dell’approvazione FDA, spicca di sicuro quelli di Allergan: i prodotti di Volbella, Volift, Voluma appartenenti a questa multinazionale farmaceutica rappresentano il top di gamma.

Nella loro composizione chimica troviamo anche la Lidocaina, una sostanza anestetizzante che permette ai pazienti non sentire alcun dolore. Oltre alla presenza di questo anestetico, i prodotti Allergan godono di una tecnologia innovativa che coniuga basso e alto peso molecolare. In più, hanno una bassa concentrazione di acido ialuronico che consente di riempire anche le rughe più sottili e donando al viso un risultato che si avvicini molto alla naturalezza.

Come si suddividono i filler riempitivi?

I filler si suddividono in:

  • filler biologici e riassorbibili: sono quelli che vengono man mano riassorbiti dalla pelle con il passare del tempo poiché a base di acido ialuronico. Questi hanno un effetto temporaneo che si protrae tra i 3 e i dieci mesi. Sono ben sopportati dal nostro organismi e non danno problemi alla sensibilità e garantiscono un effetto naturale.
  • filler parzialmente sintetici o semipermanenti: agiscono sulle rughe più in profondità rispetto a prodotti descritti precedentemente. Nella loro composizione chimica troviamo delle sostanze come l’acido polilattico ed hanno una durata che può superare anche i tre anni;
  • filler sintetici e permanenti: questa tipologia di filler riempitivi non vengono assolutamente riassorbiti dal nostro organismo. Sono dei composti con a base gel di poliacrillamide, silicone iniettabile o addirittura l’applicazione di protesi. Rispetto ai filler con a base l’acido ialuronico, questo genere di interventi può presentare un maggior rischio di reazioni allergiche o rottura delle protesi.

           

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.