Under 16 hanno bisogno di vitamine: allarme dei pediatri

I ragazzi e le ragazze con meno di 16 anni sono sempre più esposti a carenze di vitamina D. L’allarme proviene dai pediatri italiani, in particolare dalla Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) che furante il XIII Congresso Nazionale Scientifico hanno discusso proprio della carenza di vitamina D negli adolescenti. Una vitamina che però è indispensabile per la crescita sia delle ossa che dei muscoli, e che quindi non dovrebbe mai mancare. Paolo Biasci, presidente della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP), ha parlato a nome dei suoi colleghi esprimendo preoccupazione per questa tendenza all’ipovitaminosi dei giovani. Il fabbisogno giornaliero di vitamina D3, ha proseguito Biasci, dovrebbe essere sempre soddisfatto per mezzo dell’esposizione solare e per questo è importante che i ragazzi facciano attività fisica, meglio se all’aria aperta.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Non solo: ci vuole anche una dieta adeguata e completa che possa supplire alla carenza. Laddove attività fisica e dieta non dovessero bastare, può essere ragionato anche il ricorso agli integratori di vitamina D che aiutano i ragazzi a stare bene, contribuendo alla crescita della massa ossea e dei muscoli. L’uso degli integratori alimentari, ricorda il dottor Mattia Doria, segretario alle attività scientifica della FIMP, può essere più utile ancora della dieta.

Gli integratori alimentari sono prodotti assolutamente sicuri, e sono efficaci, spiega il dottor Doria, e possono anche essere assunti in età pediatrica.

Inoltre è possibile l’acquisto di prodotti di buona qualità anche tramite internet, dove si possono anche acquisire importanti informazioni in merito da siti altamente specializzati sull’argomento, come ad esempio salutebenesserediete.it.

Tuttavia è fondamentale che in questo caso intervenga il pediatra di famiglia per poter stabilire quali sono i prodotti adatti, e quale è soprattutto la posologia corretta per un adolescente in fase di crescita. Lo stesso discorso si può fare anche per la carenza di vitamina B: l’integrazione delle vitamine, specialmente sei i minori seguono una dieta a base vegetale e senza alcuna proteina animale, diventa assolutamente indispensabile, sempre sotto la supervisione di un esperto. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *