Home Salute Trattenere gli starnuti: ecco la pericolosità!

Trattenere gli starnuti: ecco la pericolosità!

Burnette woman blowing nose into tissue

Lo starnuto consiste in una violenta emissione d’aria dai polmoni. Esso è scaturito dall’attivazione di alcuni sensori nervosi presenti nel naso e anche nelle zone prossime al naso. Nelle cavità nasali sono presenti dei recettori che, quando sono stimolati da particelle estranee presenti nell’aria, si attivano e trasmettono degli impulsi al cervello, che a sua volta innesca lo starnuto, un meccanismo di difesa. Lo starnuto, dunque, è un impulso involontario e proprio per questo motivo non dovrebbe essere soppresso.

Oltre all’aria, gli starnuti provocano anche la dispersione di liquidi e i corpuscoli presenti nelle fosse nasali, con fuoriuscita di goccioline di muco. Gli starnuti rappresentano, quindi, un meccanismo di difesa per eliminare il più velocemente agenti patogeni o piccoli corpi estranei, come polvere e polline.

In molti casi gli starnuti sono collegati ad uno stato influenzale, quindi ad esempio quando si ha il raffreddore. Ma questa non è l’unica causa possibile. Si può starnutire anche a causa di un’allergia o a causa di polvere e/o sostanze irritanti presenti nell’aria.

Trattenere uno starnuto è un’abitudine molto diffusa, ma potrebbe causare molti rischi per la nostra salute.

L’espressione naturale del raffreddore è lo starnuto. Ogni giorno tantissime persone trattengono gli starnuti, magari per non risultare inopportuni durante una riunione di lavoro o in altro ambiente, ma questo è un’abitudine che potrebbe anche causare danni alla nostra salute.

Lo starnuto non andrebbe mai trattenuto o soppresso in nessun modo, anche perché un modo per il nostro corpo di espellere sostanze irritanti, allergeni e batteri. Anche se andrebbe fatto all’interno del proprio gomito e non occluso dalla mano, proprio per evitare il contagio di altre persone.
Ma scopriamo a quali rischi potremmo andare incontro trattenendo anche un solo starnuto. Trattenere lo starnuto o peggio farlo sfogare nella gola, può provocare danni alla salute come: 
  • causare lesioni al diaframma
  • rompere vasi sanguigni negli occhi
  • forzare l’aria nelle trombe di Eustachio e nelle orecchie causando una lesione
  • provocare vertigini o perdita dell’udito
  • rompere un vaso sanguigno nel cervello

Per chi poi soffre di starnuti particolarmente violenti, i rischi potrebbero andare ben oltre e addirittura causare un infortunio al collo, un ictus e anche incontinenza momentanea.