Le nespole per diabetici vanno bene? Ecco cosa dice la medicina

Troppo spesso si tende ad eliminare molti tipi di frutta dall’alimentazione dei malati di diabete, ma questa è una cosa del tutto sbagliata perchè la frutta in genere non apporta nessun problema di glicemia purchè assunta nelle dosi consigliate. In questo articolo spiegheremo cosa dice la medicina sul consumo di nespole da parte dei diabetici.

Le calorie delle nespole

Le nespole sono dei frutti che contengono una bassa percentuale di calorie, infatti per 100 grammi di frutto sono presenti 46 calorie, mentre è massiccia la presenza di acqua ed in più sono un’eccellente fonte di vitamine, sali minerali e fibre. I valori di questo frutto da soli basterebbero a far capire che sono adatti da mangiare anche per i diabetici.

I diabetici possono mangiare nespole dopo i pasti?

Certo che le nespole possono essere mangiate dopo i pasti dai diabetici, ma bisogna sempre fare attenzione a quali cibi vengono consumati prima della frutta, perchè se il pasto è stato ricco di carboidrati a quel punto è meglio non aggiungere le nespole, ma mangiarle invece lontano dai pasti anche perchè sono un ottimo spuntino, al contrario se il pasto è stato leggero di carboidrati allora la medicina non si oppone alla giusta dose di nespole anche a fine pasto.

Le proprietà benefiche delle nespole per tutti

Come accennato le nespole sono un frutto che può essere consumato tranquillamente dai diabetici, ma il loro consumo riserva moltissime proprietà benefiche per tutti i soggetti, anche quelli che godono di ottima salute.

Le nespole contengono una fibra solubile conosciuta come pectina, che protegge il colon dal cancro grazie alla sua azione di eliminazione delle tossine e delle sostanze tossiche che si possono trovare nell’apparato digerente.

Aiutano a regolare la pressione sanguigna perchè ricche di Vitamina A e B, più sali minerali come il magnesio ed il ferro. La quantità di potassio contenuta in questo frutto previene problemi cardiovascolari.

La presenza di fibre aiuta invece a ridurre il colesterolo, perchè si azionano contro i grassi non permettendo a questi ultimi di essere assorbiti dall’intestino.

Nelle nespole è presente anche la Vitamina A e questo aiuta a migliorare la vista, perchè protegge la retina dall’attacco dei radicali liberi.

Infine alleviano i disturbi dei reni, contribuiscono a far rinnovare le cellule nel sangue e grazie alla loro azione antiossidante proteggono la pelle dall’invecchiamento.

Conclusioni

Le nespole sono un frutto povero di calorie ma ricco di tante sostanze benefiche per il nostro organismo, quindi possono essere mangiate dalle persone che soffrono di diabete e per il benessere della salute andrebbero consumate da tutti nelle dosi consigliate. Essendo un frutto tipico dei mesi autunnali ed invernali è consigliato farlo diventare un punto fermo dell’alimentazione proprio in questo periodo, perchè non hanno particolari controindicazioni ma al contrario i benefici sono davvero tanti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.