Le olive fanno ingrassare? Sicuramente tutti gli amanti di questo delizioso frutto si sono posti questa domanda. Del resto, le olive sono uno degli snack maggiormente impiegati sulle nostre tavole, con il loro servizio si possono arricchire gli aperitivi, oppure insaporire i sughi e secondi piatti. Tuttavia, alcuni sostengono che sia un bene limitare il consumo di olive per non correre il rischio di ingrassare. Sarà vero? 

In questo articolo scopriremo se le olive fanno ingrassare e vedremo anche quali altre modificazioni apportano al nostro intero organismo. 

Le olive e l’aumento di peso

Per rispondere alla domanda e comprendere definitivamente se le olive fanno ingrassare o meno, basterebbe pensare che da loro viene ricavato l’olio extravergine, che è uno dei prodotti must delle diete; dato il basso contenuto calorico dell’olio, è facile arrivare alla conclusione che anche i suoi frutti precursori devono contenere poche calorie

Comunque, guardando le olive più attentamente si può scoprire come queste siano una miniera di grassi buoni. Questi grassi svolgono un’azione molto importante per l’organismo, infatti, tendono ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo, in questo modo scongiurano il rischio di sviluppo dell’arteriosclerosi, dell’aterosclerosi, diminuendo di conseguenza anche il rischio di ictus, e migliorano la circolazione del sangue, che riesce, quindi, ad irrorare più facilmente tutti i distretti corporei, causando una maggior consumazione del grasso accumulato

Quindi, questi piccoli frutti, verdi o neri che siano, non provocano assolutamente l’aumento di peso, anzi, semmai possono essere d’aiuto nella perdita di questo!

Tutti i benefici delle olive

I benefici delle olive non si fermano certo alla riduzione del colesterolo cattivo e al miglioramento della circolazione sanguigna. Infatti, questi frutti, come confermato da diversi studi, apportano dei notevoli benefici all’organismo.

Essi, infatti, sono ricchi di vitamina E; una vitamina che si rivela fondamentale per vincere la battaglia contro l’invecchiamento della pelle. Inoltre, a questa vitamina, aggiungono un effetto antiossidante, che permette loro di svolgere un’azione di protezione della pelle dai danni causati dai radicali liberi. 

Le olive, poi, sono considerate anche una fonte di beta carotene, questa particolare sostanza, che solitamente è la responsabile della colorazione gialla o arancione dei vegetali, è propedeutica alla formazione della vitamina A, che sostiene in modo particolare la vista; inoltre il beta carotene si dimostra molto utile anche nel contrastare cedimenti e smagliature, favorendo il mantenimento di una pelle tonica e compatta. 

Infine, va detto che nelle olive sono contenute anche le fibre, in discreta quantità; questa facilitano il transito intestinale, alleviando così alcuni disturbi come la stipsi, sostengono la digestione e favoriscono l’assorbimento delle sostanze nutritive da parte del corpo.

Risulta molto chiaro, dunque, che le olive non fanno ingrassare, migliorano la circolazione, limitando le malattie cardiovascolari, contrastano l’invecchiamento e i problemi della cute; quindi, il loro consumo regolare può solo che essere incoraggiato! 

Solo in alcuni casi le olive possono far male: nel caso di un’allergia specifica oppure nel caso in cui siano state trattate con molto sale, che provoca un aumento dell’apporto calorico e ritenzione idrica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui