Cos’è la pastinaca? Ecco quali benefici ha sul nostro organismo

0
537

La pastinaca è un ortaggio abbastanza raro dalle nostre parti, sconosciuto a molte persone. E’ un ortaggio che ricorda molto la carota nella sua forma, ma presenta un colore e un sapore differente. Ha un colore tendente all’avorio, e un gusto molto inteso e anche dolce e presenta dimensioni maggiori.

La pastinaca rientra nei tuberi, come le patate. A differenza di quest’ultimo, però, è poco diffusa in Italia, molto più utilizzata negli Stati Uniti e in Francia.

Differenze tra carota e pastinaca

Le differenze tra la carota e la pastinaca non sono solo di natura estetica, essere presentano anche delle differenze dal punto di vista nutrizionale. La pastinaca ha un  contenuto proteico maggiore rispetto alla carota, contiene più zuccheri e fornisce un quantitativo maggiore in calorie rispetto alla carota.

Una similarità tra le due è che presenta come la carola molte vitamine e minerali, tra cui, vitamina C e molte vitamine del gruppo B, oltre agli antiossidanti che contrastano l’invecchiamento cellulare e sali minerali come fosforo, calcio, ferro e potassio, selenio e manganese. Grazie alla presenza di potassio, ha dei benefici sul cuore e sul sistema circolatorio. Per quanto riguarda il ferro e il rame, sono di fondamentale importanza dato che favoriscono la sintesi dei globuli rossi.

Fornisce circa 75 calorie per ogni etto di prodotto consumato.

Inoltre, siccome è un tubero che presenza quantitativi variabili di acido ascorbico, è considerato un potente alleato per il nostro sistema immunitario.

E’ una radice che favorisce la regolarità intestinale. Ciò è dovuto al suo contenuto in fibre.

Inoltre sembrerebbe apportare dei benefici anche sul metabolismo.

E’ possibile trovarla in in commercio soprattutto in autunno, anche se come già detto non la si trova con molta facilità nel nostro paese. Bisogna cercarla bene.

Nonostante la pastinaca presenti diversi benefici per la nostra salute, non sono del tutto assenti le controindicazioni. Si tratta di un tubero che contiene il falcarinolo, che è un composto naturale che, quando assunto in quantità eccessive, può avere degli effetti altamente tossici per il nostro organismo.

Si ricorda, inoltre, che si tratta di un tubero che può ostacolare il normale assorbimento di alcuni medicinali, e ostacola anche la funzione dei diuretici.

Alla luce di tutto ciò si consiglia sempre di chiedere consiglio al proprio medico di fiducia prima di iniziare ad consumare questa radice.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here