Semi di lino, alleati della nostra salute: ecco alcune idee per utilizzarli.

0
146

Il lino è una pianta spontanea  annuale, ma è adatta anche alla coltivazione in alcuni casi.

I frutti prodotti da questa pianta sono dei piccoli semi di colore bruno. Essi sono ricchi di mucillagini. Per questo motivo i semi di lino hanno un effetto lassativo, a patto che vengano assunti con acqua o altre sostanze liquide.

Hanno anche delle proprietà emollienti e possono essere utilizzati sotto forma di infuso per curare e prevenire le infiammazioni che colpiscono il sistema digerente o anche le infiammazioni delle vie urinarie.

semi di lino sono ricchi di sali minerali, proteine e grassi. Gli acidi grassi maggiormente presenti sono quelli polinsaturi, in particolare acidi grassi omega 3 e omega 6, di fondamentale importanza per il nostro organismo.

Benefici dei semi di lino

Sono ottimi per la digestione. Data la presenza di fibre, facilitano e regolarizzano il transito intestinale. Gli acidi grassi omega 3 contenuti proteggono il canale digerente e svolgono una lieve azione lassativa.

Offrono benefici anche al cuore. Aiutano a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, soprattutto per la presenza degli acidi grassi omega 3 e le fibre.

Limitano il colesterolo. Consumarli regolarmente aiuterebbe a ridurre il colesterolo cattivo. Dato che ne vanno ad ostacolare l’assorbimento.

Utili anche in caso di diabete. I semi di lino regolano il livello degli zuccheri presenti nel sangue nei soggetti affetti da diabete di tipo 2.

Alcune idee su come utilizzarli

MEGLIO SMINUZZARLI

I semi di lino non andrebbero consumati interi perchè essendo di piccole dimensioni, potrebbero non essere masticati a sufficienza e in questo modo non vengono liberati i nutrienti contenuti. Prima di mangiarli, sarebbe utile andarli a sminuzzare per poter assimilare meglio tutte le sostanze contenute.

NON CUOCERLI

I semi di lino andrebbero consumati crudi, questo perchè il calore rischia di alterare gli acidi grassi contenuti, determinandone una parziale perdita. Ad esempio possono essere aggiunti al latte, ai frullati, ai centrifugati al mattino, o anche aggiunti sopra la frutta come nota croccante, o anche aggiunti alle insalate, o per delle ricette salate. Insomma sono molto versatili.

ALTERNATIVA VEGANA 

Per chi segue una dieta vegana, i semi di lino possono essere utilizzati come agente legante in sostituzione alle uova. Essi andrebbero tritati e poi uniti all’acqua, in questo modo rilasceranno una sostanza collosa, che sarà il legante gelatinoso.

FARINA DI SEMI DI LINO

E’ possibile acquistare già i semi di lino nella loro versione già sminuzzata, ad esempio sotto forma di farina, adatta per la preparazione pane ai semi di lino. I semi possono essere sia aggiunti all’impasto, che sulla crosta esterna.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here