Diminuzione delle tasse per 16 milioni di dipendenti, Conte: “Ora l’Irpef

Sala verde di Palazzo Chigi, non una sala qualsiasi. Infatti, proprio qui nel 1933 governo, imprenditori e sindacati stipularono un accordo sulla concertazione, ovvero il consulto preventivo delle parti sociali riguardo le grandi scelte per l’economia. Esattamente in questa aula, il governo Conte due, Cgil, Cisl e Uil hanno raggiunto un’intesa sulla riduzione del cuneo fiscale, la riduzione delle tasse sul lavoro che farà aumentare lo stipendio netto di 16 milioni di lavoratori dipendenti.

Secondo quanto affermato dal presidente del consiglio Giuseppe Conte, questo rappresenta il primo step verso una riforma complessiva del Fisco, in particolar modo dell’Irpef, e sottolinea indiscutibilmente che la manovra porterà ad una diminuzione delle tasse ai lavoratori e alle famiglie.  Inoltre, secondo quanto dichiarato dal ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, queste prime risorse sono importanti, nonostante fosse stato annunciato che quest’ultime fossero poche, ma non trascurabili. Il ministro ha aggiunto di come ci sia stata un ampia convergenza su quello che risulta essere il primo passo verso una più generale riforma fiscale.

Infine, ciò che ha dichiarato il ministro Gualtieri trova conferma nelle parole dei rappresentati di vari sindacati, i quali si dimostrano ottimisti sulla manovra aggiungendo di come questo sia un primo obiettivo importante, in cui per la prima volta dopo tanti anni si aumenta il salario dei lavoratori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.