Misterioso virus cinese: con quali sintomi si manifesta?

Il virus misterioso cinese fa molto paura. Si tratta di un virus che sembrerebbe essere trasmissibile da uomo a uomo. Le vittime sono aumentate per cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha convocato un Comitato d’emergenza.

Quindici medici dello staff dell’ospedale di Wuhan sono stati infettati da questo virus misterioso. Oltre a questi casi accertati,  uno di cui in condizioni critiche, anche un ulteriore membro dello staff è tenuto in quarantena sotto controllo.

Le autorità sanitarie nazionali cinesi confermano la presenza di 77 nuovi casi di pazienti, oltre questi ci sono anche 27 casi sospetti. In totale, sono 291 i casi confermati in Cina, 817 dimessi dopo accertamenti e altri 922 ancora sottoposti a test clinici.

Nelle Filippine

E’ risultato positivo al test sul coronavirus un bambino cinese di cinque anni che è stato ricoverato nelle Filippine. Il piccolo si trovava nel Paese in questione per prendere accordi per studiare l’inglese. Lo stesso giorno è stato ricoverato in ospedale. Il bambino presentava febbre, tosse e irritazione alla gola, ma è risultato negativo al test.

In Australia

Un uomo di ritorno dalla Cina presentava sintomi riconducibili al virus, per questo motivo è stato messo in isolamento nella sua abitazione.

Fiumicino

Tutte le compagnie aeree con voli provenienti dalla Cina, da qualsiasi aeroporto, sia con voli diretti che con scalo, dovranno controllare sia i passeggeri che l’equipaggio. La direzione sanitaria dell’aeroporto di Fiumicino ha chiesto al capo scalo di scrivere a tutte le compagnie aeree che hanno voli in partenza della Cina in relazione al virus misterioso che si trasmette attraverso gli uomini.

Giovedì 23 gennaio, è previsto il prossimo volo diretto da Wuhan all’aeroporto di Fiumicino, il ministero della Salute ha predisposto l’attivazione di un canale sanitario con controllo della temperatura attraverso un sistema di scanner. Inoltre, è prevista anche la compilazione di una scheda in cui viene indicata la destinazione e il percorso dei passeggeri una volta sbarcati. Ad ogni modo in Italia è attiva una rete di sorveglianza sul nuovo coronavirus, per la prevenzione e il controllo dato che si ritiene che ci sia la probabilità di introduzione del virus nell’Unione Europea.

Scienziati a lavoro per un vaccino

I National Institutes of Health americani sono già a lavoro per mettere a punto un vaccino contro  questo coronavirus. Ci vorranno alcuni mesi per arrivare alla prima fase di sperimentazione e almeno un anno per ottenere il vaccino vero e proprio.

Sintomi

Coloro che riscontrano questo virus presentano i tipici sintomi di una normale influenza, per cui i sintomi principali sono la febbre, la tosse, il mal di gola e l’affaticamento polmonare. Non essendoci ancora un farmaco specifico, attualmente si curano i pazienti affetti da questo virus misterioso con una cura tipica per l’influenza, in attesa di una cura specifica.