Bere birra tutte le sere fa male o fa bene? Incredibile, ecco cosa succede!

Quando si decide di fare un “break” e concedersi un aperitivo o una serata rilassante al pub con gli amici, una delle prime scelte è certamente la birra. Solitamente i locali riescono a proporre una varietà molto ampia di birre, e il cliente può scegliere a seconda dei propri gusti. Ma come mai la birra è così gettonata, non solo tra gli uomini ma anche tra le donne? Prima di tutto parliamo di una bevanda che spesso lascia un ottimo sapore, specialmente se si opta per le varianti un po’ più particolari. Inoltre, la birra è decisamente dissetante, ed è per questo che il suo consumo aumenta nei mesi più caldi, sebbene anche in autunno e inverno risulti ampiamente considerata. 


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

La birra fa ingrassare? Ecco cosa dice la scienza 

D’altronde, il consumo di birra viene segnalato come largamente diffuso già in Mesopotamia, e non è certo un caso se i Sumeri amavano definirla “pane liquido”, per via delle sue ottime proprietà nutritive. Gli ingredienti che caratterizzano la birra sono infatti quattro, ovvero acqua, luppolo, malto d’orzo e lievito. Le vitamine principali che si possono trovare nella birra sono la B6, che consente al proprio sistema immunitario di mantenersi sempre ad un buon livello di salute, e la B12, una vitamina particolarmente importante in quanto decisiva nel funzionamento corretto del sistema nervoso e nella produzione adeguata di globuli rossi. Ma non è tutto, perchè i nutrizionisti elogiano la birra anche perchè ricca di fibre che facilitano la digestione e un ottimo funzionamento a livello intestinale. 

Ma è vero che la birra fa ingrassare? Se lo chiedono spesso le persone che vorrebbero aumentare il consumo di questa bevanda ma hanno paura di mettere su troppi chili. L’idea che la birra possa provocare la “pancetta” è piuttosto comune, anche se non corrisponde esattamente al vero. Dipende sempre da quanto consumo viene effettivamente fatto ogni giorno: diversi studi anche recenti hanno confermato che non c’è correlazione tra un’assunzione moderata di birra e un girovita troppo ampio, ma allo stesso tempo è emerso che le persone (specialmente gli uomini, ndr) che consumano più di 4 litri di birra a settimana sono molto più portate ad accumulare un peso corporeo eccessivo. Per farla breve, un consumo smodato di alcolici è spesso indice di uno stile di vita sregolato, ed è quello che urge correggere per evitare di allargare il girovita a dismisura. 

Bere birra una volta ogni tanto, quindi, non fa ingrassare, anche se può scatenare un certo gonfiore addominale. Questo accade perchè si tratta pur sempre di una bevanda gasata che va ad alterare la flora intestinale, oltre al fatto che la birra è composta da cereali che inevitabilmente “fermentano” nello stomaco. Tuttavia, un po’ di gonfiore è sopportabile visto che la birra garantisce una serie di benefici al nostro organismo. 

La birra fa bene anche al cuore

Oltre a quelli a cui facevamo riferimento in precedenza, va segnalato anche che la birra favorisce il mantenimento del colesterolo “buono” a ottimi livelli, prevenendo così l’insorgere di patologie cardiovascolari. Inoltre, stando a quanto emerso in un recente studio tutto italiano, una molecola contenuta nel luppolo della birra (lo Xantumolo, ndr) rappresenterebbe un eccellente freno all’angiogenesi, ovvero il processo di proliferazione dei tumori. In conclusione, non c’è niente di male nel bere birra tutte le sere, a patto che avvenga con moderazione e non ci si lasci andare ad eccessi che non fanno che arrecare un danno al nostro organismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *