Frosinone, sassaiola contro gli studenti cinesi dell’Accademia. Zingaretti “senza parole”

La paura del contagio del Coronavirus si sta tramutando in una vera e propria psicosi. Infatti, è accaduto un grave episodio a Frosinone dove alcuni studenti cinesi dell’Accademia di Belle Arti sarebbero stati presi a sassate.

La vicenda è venuta fuori durante una conferenza stampa della direttrice dell’Istituto Loredana Rea e del presidente della Consulta degli studenti Luca Spatola. Il motivo, in base a quanto testimoniato, sarebbe il caso di una studentessa cinese malata, il cui test effettuato allo Spallanzani ha dato esito negativo.

La vicenda della studentessa, che era risultata negativa al coronavirus, aveva fatto chiudere cautelativamente l’Accademia. Successivamente la ragazza è stata portata allo Spallanzani dove è stato confermato che non era stata infettata dal virus. Secondo quanto dichiarato da Buschini, si tratta di un episodio inqualificabile, senza scusanti, nel quale bisogna provare vergogna. Buschini ha aggiunto che spera che i responsabili di questo gesto possano essere condannati, assumendosi le proprie responsabilità e scusandosi per l’accaduto.

Oltre alle parole di Buschini, anche il presidente della Regione Lazio Luca Zingaretti ha espresso tutto il suo disappunto, dicendosi senza parole per quanto avvenuto. Zingaretti ha inoltre sottolineato di come la disinformazione provochi gesti pericolosi tali da dover contribuire alla ricerca della verità per poter divulgare delle notizie veritiere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.