Treno deragliato a Lodi: morti 2 macchinisti, 31 feriti. Verifiche su uno scambio in posizione non corretta

Tragico incidente quello avvenuto al treno uscito fuori dai binari sulla linea Alta Velocità in provincia di Lodi. Il totale delle vittime e dei feriti è di due morti e di 31 feriti. L’incidente è accaduto vicino Ospedaletto Lodigiano. Il treno 9595/9597 direzione Milano-Salerno è deragliato e due vagoni si sono ribaltati. Le vittime sarebbero due ferrovieri. Inizialmente uno dei due sembrava che fosse disperso.

Per quanto riguarda le persone ferite, i passeggeri a bordo, e il personale viaggiante di Trenitalia non avrebbero subito danni gravi. Il 995/9597 Milano-Salerno era il primo treno del mattino, che aveva lasciato la stazione Centrale del capoluogo lombardo alle 5.10. Fra i motivi scatenati l’incidente potrebbero essere stati dei lavori di manutenzione in corso sui binari. Infatti, nella giornata di ieri era stato cambiato un pezzo di scambio.

La procura di Lodi ha predisposto un’inchiesta per disastro ferroviario, omicidio colposo plurimo e lesioni colpose plurime. La circolazione sulla linea ad alta velocità Milano-Bologna è stata interrotta e tutti i convogli sono stati convogliati sulla linea convenzionale Milano-Piacenza, presentando ritardi per oltre 60 minuti.

Secondo quanto dichiarato dall’ad di Rfi Maurizio Gentili ai giornalisti sul luogo dell’accaduto, le società coinvolte hanno iniziato una commissione d’inchiesta e faranno di tutto per poter aiutare gli organi competenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.