Sta tirando una nuova aria dalle parti dell’esecutivo. Infatti, come viene riportato dal Corriere della Sera, dopo la vicenda sulla prescrizione, Renzi ha affermato di come il premier Giuseppe Conte non dimostri di avere i nervi saldi e dunque secondo l’ex premier le strade sarebbero due: o Giuseppe Conte parlerà con Matteo Renzi, accettando qualche consiglio su come governare. Oppure ci sarà una crisi di governo e ne nascerà uno nuovo.

Lo stesso Renzi ha aggiunto di come questa “battaglia sulla giustizia” non gli abbia giovato molto e che l’establishment italiano non sia più dalla sua parte come in passato.  Tuttavia, l’idea di Matteo Renzi sarebbe in realtà quella di mantenere lo stesso esecutivo sostituendo però il pezzo più pregiato, la figura del presidente del consiglio. La scelta da parte di Italia Viva ricadrebbe su Roberto Gualtieri, definito dallo stesso Renzi “un ministro dell’economia bravo ed equilibrato”. Scelta che si differenzierebbe da Nicola Zingaretti e Dario Franceschini, che secondo l’ex premier avrebbero perduto il loro appoggio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui