Cosa succede a chi mangia ananas e formaggio? Ecco la risposta

L’ananas è un frutto tropicale appartenente alla famiglia delle Bromeliaceae. E’ un frutto originario del sud America e molto diffuso anche nella Repubblica Domenicana, El Salvador, Ecuador, Hawaii, Thailandia e Filippine.

L’ananas è un frutto dalla forma particolare e dal sapore molto dolce e fresco. Questo frutto si può trovare molto facilmente in tutti i supermercati del nostro Paese sia fresco, sia in scatola già tagliata e pronta da mangiare.

E’ un frutto ricco di proprietà curative che apporta numerosi benefici al nostro organismo.

Valori nutrizionali dell’ananas

Iniziamo con il dire che l’ananas è un frutto che può essere inserito in una dieta sana e bilanciata, non apporta molte calorie, parliamo di circa 42 Kcal per 100 grammi di frutto consumato.

Il suo componente principale è l’acqua, come per gran parte della frutta. Oltre all’acqua contiene anche una modesta quantità di carboidrati sotto forma di zuccheri. A differenza di altri frutti il quantitativo i fibre è molto basso, l’indice glicemico è medio. Inoltre, contiene molti micronutrienti, ovvero minerali e vitamine. Tra i minerali quelli più abbondanti sono il potassio e il magnesio, mentre la vitamina più abbondante è la vitamina C.

La sostanza che apporta un maggior quantitativo di benefici per il nostro organismo è la bromelina, si tratta di un insieme di enzimi dalla potente azione digestiva.

Benefici dell’ananas

La presenza della bromelina conferisce all’ananas molte proprietà terapeutiche. Vediamo insieme qualche beneficio apportato dal consumo di questo frutto.

  • Previene patologie tumorali 
  • Sostiene e rafforza il sistema immunitario 
  • Ottimo alleato contro la cellulite e la ritenzione idrica
  • Proprietà antinfiammatorie 
  • Trattamento dell’asma 
  • Trattamento delle ferite e delle ustioni 
  • Proprietà digestive

Il formaggio

Per quanto riguarda il formaggio, invece, è un prodotto caseario che si ottiene dalla coagulazione acida o presamica del latte, insieme ai fermenti e al sale. Esistono varie tipologie di formaggio, esse vengono distinte tra loro sia per il latte utilizzato per la produzione, sia per la consistenza, che dipende principalmente dal quantitativo di acqua che contengono, e per la stagionatura. Esistono formaggi a pasta molle, semidura e dura. I formaggi a pasta molle, devono essere necessariamente conservati in frigorifero e consumati in breve tempo, mentre quelli a pasta dura e semidura hanno una conservabilità maggiore.

Non è semplice definire con precisione i valori nutrizionali del formaggio in generale, dato che esistono tantissime varietà, ogni tipologia di formaggio a seconda della sua composizione apporterà un quantitativo di calorie diverso, stesso discorso per macronutrienti e micronutrienti.

Abbinamenti frutta e formaggi

In cucina basta usare la fantasia per creare dei nuovi piatti e nuove combinazioni. Tra i vari abbinamenti uno molto apprezzato, è quello dei formaggi con la frutta. Nel nostro Paese vengono prodotti una moltitudine di formaggi, per cui è possibile creare sempre delle nuove combinazioni in base ai propri gesti.

Sicuramente l’ananas non è il frutto che si accosta tipicamente al formaggio, ma ciò non esclude che si potrebbe provare. al nostro organismo non avviene nulla di negativo. Si tratta di un abbinamento che non determina particolari controindicazioni.