Coronavirus, il presidente delle Marche rinnova ordinanza di chiusura per scuole e musei

Il contagio da Coronavirus sembra ancora destare molta preoccupazione. Infatti, Luca Crescioli, il presidente della regione Marche, ha nuovamente rinnovato e proposto una nuova ordinanza per chiudere i musei e le scuole. La nuova disposizione resterà in vigore fino alle 24 di sabato prossimo. Il motivo sarebbe l’annuncio da parte del governatore, il quale ha dichiarato che sono 6 i casi di positività al coronavirus. La precedente ordinanza che prevedeva l’obbligo di chiusura di scuole, università fino al 4 marzo e l’annullamento di tutti i concorsi e le manifestazioni pubbliche passando per le gite scolastiche. Questa ordinanza era stata contestata dal governo dinnanzi al Tar poiché risultava essere in contrasto secondo le indicazioni arrivate da Roma e quanto predisposto nelle scorse ore per i territori non coinvolti dal contagio.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

A causa di quanto accaduto, Crescioli ha deciso di approfondire la questione spingendosi oltre. Secondo quanto raccontato dal presidente, non si tratterebbe di una scelta politica, bensì suffragata dai tecnici della Regione. Il recente contatto avuto con il ministro Boccia, ha fatto sì che il governo prenderà in mano l’ordinanza. Il presidente ha inoltre aggiunto che non ci saranno ripensamenti da parte sua e che nessun passo indietro sarà fatto.