Lo stracchino fa ingrassare? La risposta dell’esperto

Lo stracchino è un formaggio originariamente lombardo. Il nome è molto curioso, esso deriva da “stracc” che, nel loro dialetto regionale, sta a significare “stanco”. Infatti, secondo la tradizione, il nome deriva dal fatto che il latte che si utilizzava per la produzione dello stracchino era quello delle bovine che tornavano dai pascoli dell’alpeggio estivo e che, secondo i pastori, erano molto stanche, per questo motivo tendevano a produrre latte in minore quantità. Questa diciamo che è una delle tante spiegazioni del nome, ce ne sono tante altre.

Come si produce lo stracchino?

Lo stracchino è una tipologia di formaggio che si produce utilizzando il latte vaccino intero. Esso viene stagionato per un massimo di 30 giorni e ha una pasta molle cruda ma abbastanza compatta. Secondo il disciplinare di produzione è consentito utilizzare sia il latte crudo, dunque il latte che non sia stato sottoposto ad alcun trattamento, che quello pastorizzato, ciò che è essenziale è che si utilizzi latte intero.

La produzione dello stracchino è uguale in tutto e per tutto a quella della crescenza e del taleggio. C’è la versione “freschissima”, che viene consumata subito dopo la produzione, senza aspettare un mese, mentre il taleggio è la versione che è sottoposta alla stagionatura. Questo formaggio è consumato dopo 1-2 mesi di riposo. Questi mesi sono necessari allo sviluppo delle muffe.

Valori nutrizionali dello stracchino

Lo stracchino è un formaggio come già accennato, fresco. Una porzione di 100 grammi apporta 275 kcal circa. Come tutti i derivati del latte, fornisce principalmente proteine e grassi. Nel caso dello stracchino 13 grammi di proteine e 23 grammi di grassi.

E’ un formaggio che apporta energia. I grassi che esso contiene sono pressoché saturi, per questo motivo, lo stracchino dovrebbe essere consumato con moderazione. Meglio non esagerare nelle porzioni.

Secondo la dieta mediterranea, il formaggio fresco potrebbe essere consumato 1-2 volte a settimane come fonte di proteine in un pasto, accompagnato da delle verdure.

Lo stracchino, quando è lavorato secondo la ricetta tradizionale, contiene anche un quantitativo di sale abbastanza elevato. Tutti questi suoi nutrienti in parte sono necessari per il nostro organismo, ma è bene ricordare che non bisogna esagerare nelle porzioni, specialmente quando si è già soggetti a ipercolesterolemia, iperglicemia, pressione altra e via discorrendo.

Ovviamente oltre a grassi, carboidrati e proteine, lo stracchino apporta un quantitativo variabile anche di vitamine e sali minerali. In particolar modo le vitamine più abbondanti sono le vitamine del gruppo B e la vitamina A, oltre che ovviamente la vitamina D. Tra i sali minerali, invece, i più abbondanti sono il calcio, il fosforo e il magnesio. Tutti questi nutrienti sono indispensabili per la salute del nostro organismo.

Come utilizzare lo stracchino?

Lo stracchino è un formaggio con un gusto abbastanza particolare, anche se non molto spiccato, ha una consistenza molto cremosa. Può essere mangiato al naturale, quindi fresco, accompagnato ad esempio da delle verdure, ma può essere anche cotto, e quindi ci si possono preparare molte ricette. Basterà mettere in moto la fantasia dato che è molto versatile.

Lo stracchino fa ingrassare quanto gli altri formaggi?

La risposta è abbastanza semplice, lo stracchino fa ingrassare meno rispetto a tanti altri formaggi, ovviamente non può essere considerato come un alimento dietetico, se consumato con elevata frequenza potrebbe far ingrassare ugualmente, ma se consumato in dosi equilibrate apporta meno calorie rispetto ad altri formaggi, specialmente rispetto a formaggi stagionati.

Nonostante ciò, non è, però, il formaggio fresco più leggero che è possibile trovare sul mercato. Contiene un quantitativo non irrisorio di acidi grassi saturi, che se consumato eccessivamente possono avere un impatto sul peso corporeo, ma anche sulla pressione, sul colesterolo, potrebbero aumentare il rischio di riscontrare malattie cardiovascolari insieme a tanti altri disturbi.