CoronaVirus 26 Marzo – Ecco gli ultimi aggiornamenti: dati sui contagi e bollettino Protezione Civile

coronavirus-aggiornamenti

Per il quarto giorno consecutivo continuano a calare i nuovi contagiati da coronavirus in Italia. Nelle ultime 24 ore sono stati 3.491 mentre il giorno prima erano 3.612. In calo anche i nuovi decessi dopo un leggero rialzo di martedì. Ieri sono stati 683 in un giorno, a discapito dei 743 dell’altro ieri.

Numeri confortanti anche sul piano dei guariti che con i 1.036 in più di ieri hanno raggiunto il totale di 9.362. Dall’inizio dell’epidemia il totale dei contagiati tra attuali positivi, morti e guariti è di 74.386. Trend quindi in calo in tutta Italia anche se gli esperti ribadiscono che si aspettano il picco entro settimana prossima.

La conferenza stampa di ieri della protezione civile è stata presieduta dal Direttore operativo del Dipartimento della Protezione civile, Luigi D’Angelo perché Angelo Borrelli aveva accusato dei sintomi influenzali e si era messo in autoisolamento.

Sottoposto a tampone per il covid-19, è risultato negativo. Borrelli continuerà a lavorare da casa in attesa di guarigione.

Intanto anche Città del Vaticano ha fatto registrare il suo quinto caso positivo di coronavirus. Si tratta di un monsignore italiano in servizio presso la Segreteria di Stato vaticana. Il prelato vive a Casa Santa Marta, la stessa residenza vaticana dove abita papa Francesco. Per l’edificio e i suoi abitanti sono state adottate le misure di prevenzione previste dai protocolli.

La Russia si sta confermando una della nazioni che più sta avendo a cuore l’emergenza covid-19 in Italia. Putin ha inviato un team di 120 medici che andranno a lavorare nell’ospedale da campo di Bergamo. Tra loro anche medici militari esperti in guerra batteriologica. Insieme ai medici in arrivo anche anche 600 ventilatori polmonari e altro materiale di primo soccorso.

Ieri c’è stato anche il primo intervento del premier Conte alla camera dove ha annunciato che il governo sta già lavorando ad un nuovo decreto a sostegno del reddito stanziando per aprile altri 25 miliardi.