Raoul Bova Coronavirus: annuncia una fiction sui volontari per la Croce Rossa

Lo aveva già fatto Gabriele Muccino, lo segue Raoul Bova con l’annuncio di voler creare una serie televisiva sulla Croce Rossa.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

In questi giorni di grande emergenza a causa del Coronavirus, anche i volti più noti sentono l’esigenza di devolvere il loro impegno anche attraverso la realizzazione di una serie capace di spiegare ai telespettatori l’importante lavoro compiuto dai volontari.

È un momento storico davvero molto intenso e particolare: vede l’avvicendarsi di decreti volti a garantire un allentamento della presa dell’epidemia con misure restrittive davvero importanti. Tutto questo è fondamentale seguirlo perché coloro che già da qualche mese stanno lavorando incessantemente negli ospedali possano svolgere al meglio il loro lavoro.

Il progetto di Raoul Bova

È richiesto a tutti un enorme sforzo perché, solo attraverso la collaborazione, si possono ottenere risultati davvero importanti. Medici, infermieri e non solo stanno lavorando perché si possano salvare quante più vite possibili ma, “non dimentichiamo l’importante lavoro della Croce Rossa italiana con i suoi volontari”, Raoul Bova, ha annunciato all’Ansa, volendo realizzare un progetto che riguarda questa grave situazione d’ emergenza.

Come Gabriele Muccino che ha mostrato interesse per raccontare l‘esperienza drammatica che si sta vivendo, Raoul Bova ha interesse a concentrarsi su come stanno lavorando i volontari della Croce Rossa. Sono in prima linea offrendo il loro aiuto per cercare di bloccare l’epidemia.

Lo fanno con un lavoro incessante, la stanchezza compensati dal desiderio di aiutare quanti in questo momento hanno davvero. Ha già pensato come articolarla: 6 puntate che si ispireranno alla realtà di questi giorni, raccontando il fronte italiano ma anche quello internazionale di come l’organizzazione della Croce Rossa sta lavorando attivamente in questo momento. L’ha indicato nel comunicato ufficiale.

https://www.instagram.com/tv/B-P0aNroW3Z/?utm_source=ig_web_button_share_sheet

Un’attore sensibile ai problemi che ci coinvolgono

Il suo non è solo lavoro ma un progetto parte di un desiderio dii comunicare l ‘impegno di quanti si stanno adoperando per lavorare in modo instancabile per salvare quante più persone possibili. La Croce Rossa ha un compito davvero importante, lo ha avuto nel terremoto di Amatrice nella fase successiva e certamente lo avrà anche in questo caso. A sottolinearlo è sempre Raoul Bova il suo canela social.

È un’organizzazione che si batte sempre per poter portare aiuti ed essere validamente presente nelle emergenze. Raoul Bova si è assunto una responsabilità davvero importante che è quella di divulgare un messaggio spesso dimenticato perché si tende solo a guardare in modo frenetico l’operato di tanti operatori. Attraverso il canale televisivo, porterà in scena la Croce Rossa e come sta lavorando in quest’emergenza Coronavirus. È un modo anche per ringraziarli per il loro lavoro che spesso viene poco considerato ma che oggi, le persone che hanno bisogno, stanno vedendo concretamente quanto importante è e quanto conta.

Un’attore come Raoul Bova è una persona estremante sensibile ai problemi sociali e in questo momento particolare ha ritenuto opportuno adoperarsi nel suo settore in questo modo. Sarà certamente una serie apprezzata dai telespettatori che, rivivranno attraverso quelle immagini scene di dolore e disperazione, che noi tutti oggi ci auguriamo possano presto essere solo un lontano ricordo.