Il santo del giorno: 5 aprile, Domenica delle Palme

La Domenica delle Palme segna l’inizio della Settimana Santa. I rami e i mantelli che la folla stese sulla strada sono il segno di un popolo che acclama il suo re, senza tuttavia immaginare che la regalità di Cristo avrebbe trovato il suo compimento sul Calvario. È la logica di Dio, così sorprendente e scandalosa per il mondo, è il mistero della croce che è già contenuto in quello che per la logica umana ha l’apparenza di un ossimoro: il Re su un asino. Un Re al quale i fanciulli cantano “Osanna al figlio di Davide”, che sconcerta chi detiene una qualche forma di potere terreno. Gesù ricorda quindi la necessità di farsi piccoli per entrare nel Regno dei Cieli. La processione che precede la liturgia è documentata a Gerusalemme fin dal IV secolo, e si estese presto in altri centri della cristianità come la Siria e l’Egitto. Con il tempo la processione accrebbe la sua importanza, arricchendosi di inni sacri e della rituale benedizione delle palme, attestata dal VII secolo. 


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]