Quale frutta fa ingrassare? Incredibile, ecco la verità

La frutta è un prodotto molto consumato a scopo alimentare, essa può essere consumata in moltissimi modi differenti, fresca, sotto forma di marmellata, confettura, può essere utilizzata per delle macedonie, dolci, ma anche per alcune insalate, aggiunta allo yogurt, utilizzata per preparare frullati, insomma ha moltissimi utilizzi.

Oltre ad essere consumata in questo modo, la frutta, può essere anche utilizzata per la preparazione di infusi, tisane, succhi, in questo modo, i nutrienti presenti nella frutta potranno essere assorbiti dal nostro organismo.

Secondo una serie di studi effettuati, alla frutta sono attribuiti numerosi benefici, dunque molto importante per il nostro organismo, e in alcuni casi, può addirittura avere un potere preventivo e curativo nei confronti di alcune patologie.

Composizione nutrizionale della frutta

La composizione della frutta tende a variare a seconda del frutto in questione e anche dal suo stato di maturazione.

In linea di massima, per fare un discorso più generale possibile, possiamo dire che, a prescindere del loro quantitativo, i costituenti principali della frutta sono i seguenti:

  • Acqua: la sua percentuale nei frutti è abbastanza elevata, generalmente oscilla tra l’80% e il 95%, dunque, l’acqua, è la componente principale della frutta.
  • Carboidrati: contenuti tra il 5% e il 20%. Il quantitativo di glucidi presenti varia a seconda del frutto e anche in base al periodo di raccolta, dunque dipende molto dalla maturazione del frutto. I carboidrati presenti nella frutta solitamente sono zuccheri semplici come ad esempio il fruttosio, il saccarosio e il glucosio.
  • Fibra: costituisce circa il 2% dei frutti e quelle principalmente presenti sono la pectina e l’emicellulosa. Le fibre si concentrano prevalentemente nella buccia, per cui, quando possibile, sarebbe meglio non eliminarla, ma pulirla molto accuratamente.
  • Vitamine: rientrano nei micronutrienti insieme ai minerali, le vitamine più abbondanti nei frutti sono generalmente la vitamina A, la vitamina C e vitamine del gruppo B.
  • Sali minerali: nella frutta è possibile trovare elevati quantitativi di potassio, magnesio, ferro e calcio. Il sodio, invece, è generalmente poco presente.
  • Proteine e grassi: generalmente la loro presenta non è molto elevata nei frutti, fatta eccezione per alcuni. Molto spesso i grassi si accumulano nei semi dei frutti più che nella polpa. ovviamente ci sono alcuni frutti che contengono più grassi rispetto ad altri, ed è proprio di questi frutto che andremo a trattare in questo articolo.
  • Profumi e pigmenti: i frutti oltre a contenere macronutrienti e micronutrienti, come visto, contengono anche degli acidi e delle altre sostanze aromatiche che sono i responsabili dell’odore e del sapore dei frutti. Per quanto riguarda il colore, invece, lo si deve alla presenza di alcuni pigmenti, che molto spesso anche un’azione antiossidante.

Quali sono i frutti più calorici? Fanno ingrassare?

Iniziamo con il dire che non ci sono degli alimenti, che se consumati con moderazione, facciamo magicamente ingrassare o dimagrire. Ogni alimento che introduciamo nella nostra alimentazione, in base al quantitativo consumato e in base alla frequenza di consumo possono avere dei impatti positivi o negativi sul nostro peso.

Come accennato nel paragrafo precedente, nella frutta, si ritrovano quantitativi anche abbondanti di zucchero, che sono poi i veri responsabili dell’aumento di peso, se consumati in modo eccessivo, perché si tratta di zuccheri semplici che di conseguenza sono facilmente digeriti e assimilati. Il potere calorico della frutta tende ad aumentare con l’avanzare della loro maturazione, dato che gli zuccheri diventeranno più abbondanti.

Vediamo quali sono i frutti più calorici e che se consumati in elevate quantità potrebbero far ingrassare. 

  1. Frutta secca: seppur molto utile per il nostro organismo, apporta molte calorie, di conseguenza sarebbe meglio non consumare delle porzioni superiori ai 30 grammi.
  2. Cocco: molto apprezzato, specialmente nel periodo estivo, ma allo stesso tempo molto più calorico rispetto ad altri frutti, per 100 grammi di prodotto apporta circa 354 Kcal.
  3. Banana: molto ricca di potassio e altri minerali, di conseguenza apporta molti benefici per il nostro organismo, ma è un frutto abbastanza calorico, per 100 grammi si hanno circa 90 Kcal.
  4. Datteri: molto consigliati per le loro proprietà benefiche, specialmente come antinfiammatori naturali, ma 100 grammi di datteri apportano circa 255 kcal.
  5. Avocado: molto consumato come fonte di grassi buoni, apporta molti benefici al nostro organismo, ma se consumato in elevati quantitativi può far ingrassare dato che 100 grammi apportano circa 170 Kcal.
  6. Fichi: molto apprezzati data il loro sapore molto gradevole e zuccherino, ma apportano circa 107 Kcal per 100 grammi.
  7. Maracuja: conosciuta anche come passion fruit, non molto consumata in Italia, anche se negli ultimi anni la si può trovare con maggiore facilità, apporta circa 97 kcal per 100 grammi.
  8. Uva: apporta circa 70 kcal per 100 grammi.
  9. Melograno: ricco di antiossidanti, vitamine e minerali, ottimo per potenziare il sistema immunitario, ma apporta circa 87 Kcal per 100 grammi.

Ovviamente lo scopo di questo articolo non è demonizzare alcun prodotto, possono essere consumati senza particolari problematiche, ovviamente meglio non esagerare, è importante inserire questi frutti in un regime dietetico sano ed equilibrato. Se consumarti in quantità eccessive possono far ingrassare.