Raimondo Vianello, attore e conduttore storico della televisione italiana, insieme a sua moglie Sandra Mondaini, ha intrattenuto a lungo gli italiani, diventandone presto uno dei volti più apprezzati e riconoscibili del piccolo schermo.

Chi era Raimondo Vianello

  • Nome: Raimondo
  • Cognome: Vianello
  • Data di nascita: 7 maggio 1922
  • Deceduto: 15 aprile 2010
  • Luogo di nascita: Roma
  • Segno zodiacale: Toro

Raimondo Vianello, nasce a Roma il 7 maggio del 1922 dall’ammiraglio Guido e la marchesa Virginia Accorretti. La sua è un’infanzia in movimento per seguire suo padre appartenente alla Regia Marina, vivendo lungo periodi tra la Dalmazia e la Croazia, coltivando la passione per lo sport. Consegue la laurea in Giurisprudenza, spinto dal desiderio dei suoi genitori di avviarlo ad una carriera diplomatica. La sua attitudine non era certo quella forense, non ha mai esercitato la professione e ben presto inizia la carriera teatrale di rivista.

Decide di affacciarsi al mondo del cinema: agli esordi affianca Totò, Franco e Ciccio e Virna Lisi. Sono gli anni della satira con un “Un due Tre” che conduce con Ugo Tognazzi, un varietà sin da subito molto apprezzato. È nel 1958 che incontra sua moglie Sandra Mondaini: da qui inizia una carriera televisiva fatta di progetti insieme. Progetti durati per oltre cinquant’anni, una coppia inseparabile diventata volto noto della nostra televisione. Lo stesso Raimondo scrive Sbirulino dove sua moglie ne è protagonista. Insieme a Johnny Dorelli presenta Canzonissima. Attenti a noi due e Sandra e Raimondo Show vengono condotti negli anni Ottanta da entrambi.

È in questo periodo che nasce Casa Vianello girata fino al 2007. Una tra le sit com più seguite ed amate dal pubblico oltre ad essere così tanto longeva. Raimondo Vianello nel 1998 conduce il Festival di Sanremo con Eva Herzigova e Veronica Pivetti.

A causa di un’insufficienza renale, muore il 15 aprile 2010, presso l’Ospedale San Raffaele di Milano. Oggi si ricordano i dieci anni dalla sua scomparsa. Sandra Mondaini, dopo soli 5 mesi muore anche lei.

Vita privata di Raimondo Vianello: moglie e figli

Raimondo Vianello quando si innamora di Sandra Mondaini, figlia del famoso pittore Giaci, sono entrambi impegnati: lui con una ballerina e lei con un produttore. Un vero colpo di fulmine che dopo tre anni li porta al matrimonio. Da quel giorno non si sono mai più lasciati.

Una vita insieme e una carriera televisiva che gli ha sempre visti uniti sul set. Una coppia che, con Casa Vianello, ha portato per molti anni nelle case degli italiani scene di vita ordinaria tra moglie e marito. La loro, era una naturale spontaneità nel recitare in ruoli che già gli appartenevano. Questo ha creato una vicinanza al pubblico catturando l’attenzione di ogni generazione, che certamente non potrà dimenticarli.

Non hanno mai avuto figli ma hanno deciso di adottare i figli dei coniugi filippini che lavoravano presso la loro casa: Raymond e John Mark. Sono sempre apparsi come una famiglia allargata, un rapporto che si è consolidato nel tempo con la famiglia Magasino. Tutta l’eredità è stata lasciata a loro. La madre dei due ragazzi ha deciso di fondare anche una Onlus per occuparsi dei bambini poveri nelle Filippine.

Curiosità

Grande appassionato di calcio, ha giocato nel Secondo Dopoguerra, una passione che gli ha permesso di condurre in modo esemplare Pressing. Da sempre dichiaratamente tifoso dell’Inter.

 

Comments are closed.