Veronica Berti e Andrea Bocelli

Veronica Berti: un nome che di certo non sarà sfuggito ai fan di Andrea Bocelli. La moglie del noto tenore non si è limitata al ruolo di casalinga, ma è diventata una vera e propria colonna portante nella vita e carriera del consorte. Sei anni di felice matrimonio iniziato quasi due decenni fa, all’epoca del loro primo incontro.

Nel corso del tempo, Veronica Berti ha infatti assunto il ruolo di CEO nella società che si occupa del business management del tenore, la Almud. Il tutto però è iniziato quando Veronica aveva solo 21 anni… ecco la sua storia e come è nato l’incontro con Bocelli.

Veronica Berti e Andrea Bocelli – L’inizio del loro amore

Il merito è tutto di Vittorio Sgarbi. O quasi. Veronica Berti e Andrea Bocelli si sono conosciuti infatti quando lei aveva appena 21 anni e ha raggiunto Ferrara per una festa organizzata dal noto critico d’arte. Ed è qui che è nato il colpo di fulmine fra la ragazza e il tenore, quel trampolino di lancio che ha permesso ai due di costruire una famiglia fatta di tanto amore e un’attrazione fisica che dura ancora oggi.

[penci_blockquote style=”style-1″ align=”none” author=”Panorama”]”Andrea mi ha dato la continuazione della mia famiglia, oggi ne ho una più grande che include figli e fondazione. Ho perso, certo, un po’ di tempo per me, ma o deciso io di dedicarlo agli altri, difficilmente subisco le scelte degli altri.”[/penci_blockquote]

Veronica Berti – L’infanzia

Durante una chiacchierata con Panorama, Veronica Berti ha avuto modo di rivelare alcuni dettagli della sua vita privata e in particolare dell’infanzia vissuta nella campagna marchigiana. “Sono nata ad Ancona“, ha sottolineato, “ma papà, professore di matematica e fisica e mamma, che lavorava nel marketing di una delle aziende del gruppo Gilette, a un certo punto hanno scelto la campagna di Offagna, paesino di 800 abitanti“. La famiglia Berti ha scelto quindi di vivere una vita semplice, circondata da animali e tanta natura. Tanto che fino ai sette anni, la moglie di Bocelli non ricorda di aver mangiato altro se non i frutti dell’orto dei genitori.

Da piccola forse era un po’ noiosa, dice, ma molto brava a scuola. In famiglia c’erano regole molto severe, anche se il padre e la madre non le hanno mai messo alcun divieto. “Non mi impedivano di andare in discoteca e rientrare alle 3 del mattino“, ha raccontato, “ma alle 7 mio padre mi buttava giù dal letto, per raccogliere le olive o tagliare l’erba“. Poi i suoi si sono divorziati e il padre ha sposato la madre di Barbara, l’amica del cuore di Veronica. Il rapporto fra i genitori però è rimasto sereno, tanto che a 15 anni di distanza dalla divisione, la madre e il nuovo marito hanno scelto di andare ad abitare in una casa vicina a quella del padre.

Veronica Berti – I figli

Non è una novità: Veronica e Andrea hanno dato alla luce la piccola Virginia, la figlia più piccola di casa Bocelli. Il tenore però ha avuto due figli dal precedente matrimonio, Amos e Matteo, che vivono nella tenuta con l’artista. “Esiste una madre, un padre e si può essere di supporto“, ha detto la Berti, “anche se Amos e Matteo li considero i miei figlioli“. Dovendo pensare al suo ruolo in famiglia, la manager crede però di essere stata più madre con i due figli del marito piuttosto che con la figlia avuta dal loro matrimonio. “Ero più giovane e allora non lavoravo”, ha aggiunto, “Virginia è una terzogenita molto indipendente, socievole, e a me piace che sia così. Del resto a un mese già viaggiava, è venuta spesso ad Haiti con me per la Fondazione. Ho meno tempo da dedicarle, ma mi auguro che sia di qualità“.

View this post on Instagram

. @gentesettimanale

A post shared by Veronica Berti Bocelli (@veronicabertiofficial) on

Comments are closed.