Cosa prevede la Fase 2? Probabilmente è questa una delle domande che attualmente si sta facendo spazio all’interno di ognuno di noi in queste ultime ore. Sono infatti tantissime le persone che non hanno pienamente capito cosa realmente si potrà fare da Lunedì 4 Maggio.

In questo articolo proveremo, anche attraverso le notizie ufficiali del Ministero, a spiegare brevemente tutto quello che sarà possibile fare a partire dal prossimo 4 Maggio. Gli italiani ormai da più di un mese e mezzo sono costretti a restare a casa a causa dell’emergenza coronavirus e per questo motivo il Governo ha emanato delle direttive per poter sconfiggere l’epidemia in corso. Andiamo a vedere, nel dettaglio, tutte le ultime notizie sul 4 Maggio.

Fase 2 – Visite a parenti ed amici

A partire dalla Fase 2 saranno previsti e consentiti gli spostamenti per incontrare i propri congiunti. Questi stessi spostamenti devono comunque essere fatti per necessità ed è sempre raccomandato limitare al massimo gli incontri con le persone con le quali non si convive. Questo infatti potrebbe nuovamente aumentare i contagi. Logicamente sono vietati gli assembramenti e per di più le feste private.

Leggi anche: Autocertificazione 4 Maggio – Modulo PDF 

Fase 2 – Chi sono i Congiunti?

Si è creata una vera e propria diatriba sul termine congiunto. Molte persone infatti non avevano inizialmente capito chi realmente fossero coloro che sono congiunti. Si ritiene, a tal proposito, un congiunto colui che è parente. Inoltre congiunti sono anche i fidanzati e gli affini fino al quarto grado: i cugini del coniuge, per esempio.

Fase 2 – Passeggiate

Non sono ancora previste le passeggiate anche durante la fase 2. Si può uscire da casa solo ed esclusivamente per motivi lavorativi o per motivi di salute. Inoltre si può uscire per andare a far visita ai congiunti o per svolgere attività sportiva o motoria all’aperto. Le passeggiate sono ammesse solo in casi estremi per cui se necessarie per realizzare uno spostamento elencato sopra.

Fase 2 – Domande Frequenti

Si può uscire per acquistare beni diversi da quelli alimentari? Sì, ma solo per acquistare prodotti rientranti nelle categorie di generi di cui è ammessa la vendita, espressamente previste dal Dpcm 26 aprile 2020, la cui lista è disponibile a questo link (allegato 1 e allegato 2).

Chi si trova fuori dal proprio domicilio, abitazione o residenza potrà rientrarvi? Sì. Il decreto prevede che sia in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza, anche se comporta uno spostamento tra regioni diverse.

Una volta che si sia fatto rientro presso il domicilio/abitazione/residenza, come consentito dal dPCM 26 aprile 2020, è possibile spostarsi nuovamente al di fuori della Regione di domicilio/abitazione/residenza raggiunta? Il Dpcm del 26 aprile 2020 consente lo spostamento fra Regioni diverse esclusivamente nei casi in cui ricorrano: comprovate esigenze lavorative o assoluta urgenza o motivi di salute. Pertanto, una volta che si sia fatto rientro presso il proprio domicilio/abitazione/residenza anche provenendo da un’altra Regione (come consentito a partire dal 4 maggio 2020), non saranno più consentiti spostamenti al di fuori dei confini della Regione in cui ci si trova, qualora non ricorra uno dei motivi legittimi di spostamento più sopra indicati.

Ho un figlio minorenne, posso accompagnarlo in un parco, una villa o un giardino pubblico? Sì. L’accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici è consentito, condizionato però al rigoroso rispetto del divieto di ogni forma di assembramento nonché della distanza di sicurezza interpersonale di un metro. Non possono essere utilizzate le aree attrezzate per il gioco dei bambini che, ai sensi del nuovo d.P.C.M., restano chiuse. Il sindaco può disporre la temporanea chiusura di specifiche aree in cui non sia possibile assicurare altrimenti il rispetto di quanto previsto.

È consentito fare attività motoria o sportiva? L’attività sportiva e motoria all’aperto è consentsolo se è svolta individualmente, a meno che non si tratti di persone conviventi. A partire dal 4 maggio l’attività sportiva e motoria all’aperto sarà consentita non più solo in prossimità della propria abitazione. Sarà possibile la presenza di un accompagnatore per i minori o per le persone non completamente autosufficienti. È obbligatorio rispettare la distanza interpersonale di almeno due metri, se si tratta di attività sportiva, e di un metro, se si tratta di semplice attività motoria. In ogni caso sono vietati gli assembramenti. Al fine di svolgere l’attività motoria o sportiva di cui sopra, è consentito anche spostarsi con mezzi pubblici o privati per raggiungere il luogo individuato per svolgere tali attività. Non è consentito svolgere attività motoria o sportiva fuori dalla propria Regione.

Posso utilizzare la bicicletta? L’uso della bicicletta è consentito per raggiungere la sede di lavoro, il luogo di residenza o i negozi che proseguono l’attività di vendita. È inoltre consentito utilizzare la bicicletta per svolgere attività motoria all’aperto. In ogni circostanza deve comunque essere osservata la prescritta distanza di sicurezza interpersonale.

Posso andare al cimitero per omaggiare un caro defunto, anche al di fuori delle cerimonie funebri? Sì, è consentito spostarsi nell’ambito della propria regione per far visita nei cimiteri ai defunti, sempre nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro e del divieto di assembramento. Come per i parchi, anche nei cimiteri deve sempre essere rispettato il divieto di assembramento e, ove non fosse possibile evitare tali assembramenti, il Sindaco può disporne la temporanea chiusura. Per le regole relative alle cerimonie funebri, anche all’interno dei cimiteri, si veda l’apposita faq. Quali sono le regole per gli spostamenti da e per l’estero? Per le informazioni relative agli spostamenti da e per l’estero, si consiglia di consultare il sito del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale.

Quali sono le regole per gli spostamenti da e per l’estero? Per le informazioni relative agli spostamenti da e per l’estero, si consiglia di consultare il sito del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale.

 

Comments are closed.