Lino Banfi è tra i volti del cinema italiano più riconosciuti ed apprezzati, sopratutto per numerose partecipazioni a pellicole diventate famose nel corso degli anni, principalmente a cavallo tra gli anni 70 e 80, per poi ottenere successo nella longeva fiction Un Medico in famiglia.

Chi è Lino Banfi

  • Nome: Pasquale
  • Cognome: Zagaria
  • Data di nascita: 9 luglio 1936
  • Segno zodiacale: Cancro
  • Luogo di nascita: Andria
  • Instagram: @lino.banfiofficial

Biografia

Nato Pasquale Zagaria il 9 luglio 1936 (ma registrato all’anagrafe l’11 dello stesso mese) ad Andria, a 3 anni si trasferisce con la famiglia a Canosa di Puglia, e cresciuto nel periodo del conflitto mondiale, trascorre la propria giovinezza in un seminario dove verrà cacciato dalla V ginnasio perchè “impertinente”, capisce che il suo futuro sarà nel campo della comicità: nel 1954 si trasferisce a Milano dove tenta la carriera nel teatro di varietà, sfruttando appieno il suo dialetto e la parlata tipica che ancora oggi lo contraddistingue.
Esordisce in Tv nel 1964 nello spettacolo di Antonello Falqui Biblioteca di Studio Uno per poi collaborare con Renzo Arbore in Speciale per voi, mentre nel cinema ottiene il suo vero primo ruolo lo stesso anno in I due evasi di Sing Sing con Franco e Ciccio e prende parte a numerossissimi film diventati oggi dei cult (come L’esorciccio) e diventa una delle icone della commedia sexy all’italiana. Negli anni successivi recita in numerose fiction come Un medico in famiglia e nel 2001 viene nominato ambasciatore dell’UNICEF. Il governo Lega-Movimento 5 Stelle nel 2019 lo nomina membro della commissione italiana all’UNESCO.

Vita privata

Lino è felicemente sposato dal 1962 con la moglie Lucia Granata, diversi anni è affetta da Alzheimer ed ha due figli, Walter e Rosanna.

Curiosità

Il primo pseudonimo era inizialmente Lino Zaga, ma fu Totò a sconsigliarlo, dato che secondo lui accorciare i cognomi portasse sfortuna, e quindi sotto consiglio del suo impresario, “prese in prestito” il primo nome dal registro di classe dei suoi alunni, ovvero Aureliano Banfi.
Ha sofferto di calvizie dopo un incidente d’auto: secondo i medici di allora il trauma aveva creato questa reazione che ha influito anche sulla sua corporatura.
Nel 2010 sul web rimbalzò la voce che fosse morto, ma lui scherzosamente dichiarò “Sono vivo e vegeto, mentre rispondo ai giornalisti francamente faccio gesti scaramantici e quasi quasi mi gioco i numeri al lotto“.

Comments are closed.