L’App Immuni sta per arrivare in via sperimentale in 4 regioni, attenzione alle app truffa

E’ oramai imminente l’arrivo sugli App store di Apple e Play Store di Android di Immuni, l’applicazione ideata per gestire in maniera anonima chi ha contratto il coronavirus e avallata dal governo italiano che ne ha garantito la completa funzionalità dal prossimo 3 giugno.



In via libera sperimentale in 4 regioni

Tuttavia l’app sarà pronta prima di quel giorno, anche se non con tutte le funzioni abilitate, visto che l’intenzione è quella di renderla disponibile non appena messa a punto in maniera totale e dopo aver avuto il via libera dal Garante della privacy che dovrà dare assenso positivo (nella giornata di oggi vi saranno ulteriori riunioni per stabilire questo importante requisiti nell’applicazione). Probabile che Immuni venga usata in via inizialmente sperimentale alcune regioni italiane, nella fattispecie Liguria, Puglia, Abruzzo e Marche: se l’indiscrezione venisse confermata, l’app sarà scaricabile da tutte le regioni, ma inizialmente funzionerà al 100 % solo nelle sopracitate.

Occhio alle app “fake”

Addirittura prima del rilascio ufficiale di Immuni è già possibile scaricare alcune app che “simulano” Immuni: tante le segnalazioni via email e social che hanno già convinto molti utenti a scaricare un’app in tutto dissimile a quella che verrà rilasciata presto, con tanto di sito web spacciato per quello della Federazione Ordine Farmacisti Italiani (Fofi). E’ bene ricordare che il lancio ufficiale verrà comunicato tramite comunicazioni istituzionali, tanto che è stesso l’AGID a rilevare il problema con un comunicato presente sul sito ufficiale.