Calciomercato Milan – Szoboszlai interessa ancora al club rossonero

Calciomercato Milan – Il Milan continua a lavorare per il futuro anche se in questa settimana c’è già il ritorno in campo in vista della semifinale di ritorno di Coppa Italia contro la Juventus. La dirigenza è all’opera per far sì che l’anno prossimo il club rossonero possa tornare a lottare da protagonista per un posto tra le prime quattro e, quindi, per la qualificazione alla Champions League.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Calciomercato Milan – Torna l’idea Szoboszlai

Seguendo le direttive dell’area tecnica, e provando a lavorare sia sull’arrivo di Rangnick che su eventuali altri progetti, la dirigenza sta valutando di tornare a muoversi per tentare l’acquisto di Dominik Szoboszlai. Il giocatore, centrocampista ungherese classe 2000 che gioca nel Red Bull Salisburgo, era stato a un passo dal vestire il rossonero nello scorso Gennaio. L’operazione era saltata sopratutto per questioni burocratiche e di tempo, ma l’accordo tra i club e con il giocatore era stato raggiunto.

L’operazione era definita sulla base della cifra di 22 milioni di Euro. Nel frattempo il cambio di direzione nell’area tecnica, con l’addio di Boban, non ha cambiato però le strategie sull’ungherese. Che provenendo dalla scuderia Red Bull accontenterebbe sia Rangnick che qualsiasi altro tecnico dovesse sedere nella prossima stagione sulla panchina rossonera. Resta però da fronteggiare l’agguerrita concorrenza per uno dei giocatori che viene considerato uno degli astri nascenti del calcio europeo. Interessamenti su di lui arrivano da Germania, Spagna e Inghilterra. Senza contare il Napoli, che lo tiene d’occhio dalla doppia sfida di Champions League dello scorso autunno. La valutazione del cartellino del centrocampista, nonostante i rischi di un calciomercato privo di forte circolazione di denaro a causa della crisi economica da coronavirus, potrebbe salire fino a 25 milioni di Euro. E il Milan potrebbe trovarsi a dover ricominciare da capo la trattativa con la Red Bull, nonostante l’accordo dell’inverno scorso.