Calciomercato Milan – Kalulu slitta a mercoledì. Ibra: Hammarby in pole, ma c’è un caso

Calciomercato Milan – È slittato a mercoledì, o comunque a metà settimana, l’arrivo di Pierre Kalulu a Milano. Il terzino destro francese era atteso ieri per le visite mediche ma le difficoltà nei viaggi causate alle frontiere per l’emergenza coronavirus ha rallentato l’approdo nel capoluogo milanese per il calciatore. I test, come riferisce Sky Sport, saranno effettuati quindi mercoledì. Nel frattempo la richiesta di 6 milioni di euro netti annui allontana sempre più Ibrahimovic da un futuro in rossonero. Ma l’Hammarby è al centro di un caso legato proprio all’attaccante.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Calciomercato Milan – Kalulu slitta a mercoledì

Bisognerà attendere quindi ancora qualche giorno per l’ufficialità dell’arrivo di Kalulu al Milan. Il giocatore è stato bloccato dalle regole anti-Covid che rendono più complicato entrare nel nostro paese, tra i pochi aerei e i passaggi da rispettare ai varchi di accesso degli aeroporti. Ma l’affare non è in pericolo: il giocatore è ora atteso domani, mercoledì, per le visite mediche e i test atletici, poi sarà libero di firmare il suo nuovo contratto.

L’edizione odierna di TuttoSport riferisce che la scelta del giocatore derivi anche dalla mancata considerazione di Rudi Garcia che, nonostante al ragazzo fosse stato promesso un ruolo da titolare in seguito al rinnovo mancato, non gli ha mai dato alcuna possibilità in prima squadra pur apprezzandone le doti.

Delle quali ieri ha parlato anche Stefano Borghi: “Non è Dani Alves ma è un giocatore con una tecnica più che discreta, soprattutto per quanto riguarda il lavoro del pallone, controllo sia sul posto che orientato. Tatticamente qualche lettura deve ancora essere implementata, però è un ragazzo che ha dimostrato lucidità e sveltezza nel recupero e nei posizionamenti. È bravo a difendere la zona, è un difensore solido, difficile da superare in dribbling nell’uno contro uno”.

Calciomercato Milan – Hammarby in pole per Ibra

La Gazzetta dello Sport di oggi riferisce che il futuro di Ibrahimovic è sempre più vicino all’Hammarby. La richiesta avanzata dallo svedese per il rinnovo, richiesto a 6 milioni di euro netti annui (sono 12 lordi, ndr), ha freddato ulteriormente Gazidis che sta valutando attentamente le alternative per il futuro. C’è però un caso che riguarda l’attaccante: il giocatore, infatti, avrebbe violato le norme del protocollo di sicurezza svedese domenica scorsa.

Ibrahimovic – si legge in una nota ANSA – è volato a Stoccolma per seguire dal vivo l’esordio in campionato dell’Hammarby contro l’Ostersund, essendo proprietario di una parte delle quote del club. Al termine dell’incontro, vinto 2-0 dal suo team, Ibra  è sceso negli spogliatoi per complimentarsi con la squadra, infrangendo così il protocollo anti contagio stilato dalla federazione svedese. Per questo la federazione potrebbe aprire un’indagine a riguardo.