Vittorio Magazzù – Tutto su di lui – Età, fidanzata e curiosità

vittorio magazzù

Vittorio Magazzù è riuscito a farsi conoscere grazie a Rosy Abate 2, dove interpreta il figlio dell’amata protagonista. Un ruolo molto difficile per un giovane attore alle prime armi, ma che gli ha permesso di entrare nel cuore degli italiani.

Vittorio Magazzù potrebbe essere uno dei volti più gettonati del futuro. Anche se di recente è ritornato solo nei panni di Alfredo Carrizzo nella serie diretta da Tognazzi e nel film Il delitto Mattarella, che gli ha permesso di sbarcare sul grande schermo.

Vittorio Magazzù – Età, fidanzata e curiosità

Vittorio Magazzù nasce a Palermo nel 1995 e inizia a recitare subito dopo aver completato gli studi al Liceo Classico del capoluogo siciliano. “Sono cresciuto guardando le tragedie a Siracusa. Andavo a teatro per passione e intanto facevo il calciatore”, dichiara a La repubblica. Per seguire il suo sogno di diventare attore, si trasferisce a Roma e inizia un percorso di studi nella scuola Stap Brancaccio. Il primo ruolo importante arriva grazie a Questo nostro amore 80, la fiction che vede come protagonisti Neri Marcorè e Anna Valle. Dopo essersi fatto notare, Ricky Tognazzi lo sceglie per il suo film La vita promessa, dove lo vediamo nei panni di Alfredo Carrizzo. Dal punto di vista della sua vita privata invece, non sappiamo se l’artista abbia al suo fianco una fidanzata ufficiale.

In un’intervista a Fanpage, Vittorio Magazzù ha raccontato alcuni dettagli della sua vita privata e della sua carriera. Sua madre, ha detto il giovane attore, è un mix delle due madri che ha avuto nella finzione: “È tostissima, è una donna molto intelligente e sensibile, ma sa essere anche dura. Non con me. Sa essere chiara e imperativa, ma sempre con un’apertura di fondo. Come si dice a Napoli, tiene la cazzimma. Ho un bellissimo rapporto con lei“. L’artista si sente inoltre legato per lo più al ruolo di Leonardo, il figlio di Rosy Abate. Un personaggio che gli ha permesso non solo di entrare nel cuore dei telespettatori, ma anche di sperimentare di più a livello emotivo. Lo vedremo presto nel prequel Rosy Abate – Le Origini del Male, che racconterà l’infanzia della famosa Regina di Palermo.