Ricetta ravioli cinesi al vapore: ingredienti, preparazione e consigli

Agrodolce

I ravioli cinesi al vapore sono un primo piatto composta da pasta ripiena di carne e verdure, sono molti diffusi in tutta la Cina e molto popolari anche in Giappone e in Corea.

I ravioli cinesi in oriente sono utilizzati come antipasto o come spuntino a metà mattina o metà pomeriggio, voi potete tranquillamente consumare a pranzo o a cena. Solitamente i ravioli cinesi al vapore sono farciti con un misto di carne di maiale, pesce e verdure e insaporiti con zenzero, scalogno ed aromi e sono poi cotti al vapore in tipici cestelli di bambù.

Ravioli cinesi al vapore – Ingredienti

Ingredienti per la pasta di circa 20 ravioli.

  • Farina 00 250 g
  • Acqua 150 ml
  • Sale fino 1 pizzico

Ingredienti per il ripieno:

  • Maiale macinato 150 g
  • Gamberi sgusciati 50 g
  • Carote 1
  • Cavolo cinese 100 g
  • Scalogno 1
  • Zenzero fresco 2 g
  • Erba cipollina q.b.
  • Salsa di soia 2 cucchiai

Ravioli cinesi al vapore – Preparazione

Per preparare i ravioli cinesi al vapore occorre iniziare preparando la pasta per i ravioli. Disponete la farina a fontana in una ciotola e aggiungete un pizzico di sale; incorporate l’acqua poco a poco. Mettete l’impasto su una spianatoia infarinata e iniziate a lavorarlo con le mani finché sarà compatto e sodo. Avvolgetelo con della pellicola e lasciatelo riposare un’ora in un luogo fresco e asciutto.

Nel frattempo dedicatevi alla preparazione del ripieno: tritate finemente il cavolo cinese che avrete precedentemente lavato e in un mixer tritate la carota con lo scalogno. Sminuzzate anche i gamberetti freschi e aggiungeteli in una ciotola insieme al macinato di maiale, incorporate poi il cavolo cinese, la carota e lo scalogno.

Grattugiatevi sopra lo zenzero fresco, condite con due cucchiai di salsa di soia e aggiungete dell’erba cipollina tritata. Amalgamate bene il tutto e lasciate riposare il ripieno mezz’ora in frigorifero affinché tutti gli ingredienti si insaporiscano.

Quindi occupatevi della pasta. Trascorso il tempo di riposo necessario, stendete la pasta su una spianatoia infarinata, ricavatevi dei dischi di circa 7 cm, aiutandovi con un tagliapasta o con un bicchiere. Successivamente con un piccolo mattarello spianate ulteriormente i dischi di pasta ottenuti per renderli ancora più fini. Disponete quindi un cucchiaio abbondante di ripieno al centro di ogni raviolo, inumidite il bordo dei dischi con dell’acqua e chiudete il raviolo a mezzaluna premendo sui bordi per fare aderire la pasta. A questo punto prendete in mano il raviolo ed effettuate delle piccole pieghe da un’estremità all’altra.

Ponete un cestello di bambù per la cottura a vapore in un wok riempito con circa 1,5 cm di acqua in ebollizione (se non l’avete va benissimo un qualsiasi cestello per cottura a vapore), foderate il fondo con delle foglie di cavolo cinese o cavolo verza e ponetevi i ravioli.

Chiudete il coperchio del cestello e cuocete per circa 15 minuti, fino a quando la pasta dei ravioli inizierà a diventare piuttosto trasparente. Prima di servire i ravioli cinesi al vapore irrorateli con della salsa di soia.

Ravioli cinesi al vapore – Consigli utili

I ravioli cinesi al vapore possono essere realizzati anche a forma di fagottino. Procedete seguendo la ricetta effettuando dei dischi di pasta, unite le estremità al centro dando la forma dei fagottini e girate leggermente le punte per farli chiudere meglio.