Attenzione a mangiare alloro crudo: ecco le conseguenze

L’alloro è un arbusto aromatico sempreverde che può raggiungere anche i 10 metri di altezza, è costituito da foglie ovali e lucide in superficie e opache nella parte inferiore, alle quali si attribuiscono molti benefici per la nostra salute. E’ un albero che appartiene alla famiglia delle Lauraceae, estremamente diffuso nelle zone mediterranee sin dai tempi antichi.

Nonostante le foglie d’alloro possano essere raccolte ed utilizzate tutto l’anno, apportano più benefici se raccolte nel periodo invernale massimo inizio primavera.
L’alloro oggigiorno è utilizzato in tantissimi modi, sia a scopo ornamentale, sia in cucina, sia in ambito cosmetico.

Calorie e principi attivi dell’alloro

100 grammi di alloro apportano circa 320 kcal. In realtà non è abitudine comune quella di consumare un quantitativo cosi elevato di alloro, in cucina è principalmente utilizzato per dare odore, aroma, ai piatti, ma sono sufficienti poche foglie, che molto spesso vengono anche eliminate a seguito alla cottura, dunque possiamo tranquillamente affermare che il quantitativo utilizzato non apporta calorie.

Inoltre, 100 grammi di alloro forniscono:

– 6 g di carboidrati;
– 3 g di fibre;
– 6 g di proteine;
– 4 g di lipidi;
– 830 mg di calcio;
– 43 mg di ferro.

Principi attivi dell’alloro

I principi attivi sono gli elementi che determinano un effetto positivo sulla salute. Nell’alloro essi sono molto abbondanti, ma non molto biodisponibili. Nonostante ciò è possibile beneficiare delle sue proprietà.

Tra i principi attivi quelli più abbondanti sono:

  • gli oli essenziali, tra questi citiamo il geraniolo, il cineolo, l’eugenolo, il terpineolo, la fellandrene, l’eucaliptolo e il pinene;
  • le vitamine, in particolar modo le vitamine A e C e molte vitamine del gruppo B tra cui B1, B2, B3, B6;
  • i sali minerali più abbondanti sono il potassio, il rame, il calcio, il manganese, il ferro, il selenio, lo zinco e il magnesio;
  • l’acido folico.

Benefici e proprietà curative dell’alloro crudo

  • Stimola l’appetito
  • Digestivo, se utilizzato ad esempio come ingrediente nelle tisane, berla dopo i pasti favorisce la digestione
  • L’alloro è un ottimo rimedio contro il mal di stomaco e contro il meteorismo
  • E’ un analgesico ideale per alleviare i dolori mestruali
  • Rilassante previene e contrasta l’insonnia, lo stress e il nervosismo
  • Espettorante, va a fluidificare le secrezioni bronchiali e placa la tosse
  • Astringente
  • Consigliato contro l’emicrania, i dolori reumatici e i dolori articolari
  • Repellente dato che aiuta a tenere lontani i parassiti
  • Migliora la salute degli occhi e la vista grazie alla presenza della vitamina A
  • Stimola e migliora il sistema immunitario data la presenza di vitamina C
  • Antisettico
  • Antiossidante dato che ostacola l’azione dei radicali liberi
  • Antitumorale
  • Diuretico, regola il metabolismo grazie alla presenza delle vitamine del gruppo B
  • Aiuta a regolare la pressione sanguigna
  • Decongestiona le vie respiratorie in caso di sinusite
  • Impieghi fitoterapici e cosmetici dell’alloro

In ambito fitoterapico le foglie di alloro essiccate sono molto utilizzate per la preparazione di infusi e tisane. Sono consigliate in alcune situazioni come ad esempio:
– per attenuare i dolori mestruali ed intestinali;
– per migliorare il processo digestivo;
– per aumentare il quantitativo di antiossidanti endogeni.

Oltre alle foglie di alloro per apportare ulteriori benefici possono essere tranquillamente utilizzate anche le bacche dell’arbusto.

In ambito cosmetologico, invece, le bacche mature e le foglie possono essere pestate e lasciate a macerare per ottenere l’olio di alloro, ricchissimo di benefici in campo cosmetico.
Massaggiato sul corpo può contribuire anche alla riduzione dei dolori muscolari e articolari.

Controindicazioni e probabili effetti collaterali dell’alloro

L’alloro non deve essere confuso con il lauro, quest’ultimo a differenza dell’alloro non apporta benefici, anzi, è una pianta tossica seppur simile.

L’alloro non deve essere somministrato ai bambini, alle donne in gravidanza ed in allattamento.

Deve ovviamente essere evitato in caso di allergie.

Inoltre, si sconsiglia il suo utilizzo eccessivo, un abuso può provocare nausea, sonnolenza e anche mal di testa.