Calciomercato – Affari e trattative 21 luglio – Juve avanti con Sarri; Inter c’è Gosens

Calciomercato senza sosta in questi giorni, sono sempre più frenetici gli affari e le trattative. La Juventus dopo il successo sulla Lazio ha voluto sgomberare il campo da voci ribadendo la fiducia in Sarri anche per il futuro, mentre l’Inter inizia a seguire Gosens come alternativa a Emerson Palmieri.


Entra gratis nel nostro Canale Telegram

Juventus: avanti con Sarri, Ronaldo resta con Dybala

Mentre dall’Inghilterra rimbalzano le voci di una Juventus pronta a sostituire Maurizio Sarri con l’ex Tottenham Mauricio Pochettino, che avrebbe già dato il suo assenso all’approdo in bianconero, Fabio Paratici, ds della Vecchia Signora ha ribadito la volontà del club di puntare sul tecnico ex Napoli, così come ha ribadito che Ronaldo non ha alcuna intenzione di lasciare Torino e che per il rinnovo di Dybala manca pochissimo.

Inter: Gosens se non chiude per Emerson Palmieri

Le prestazioni di Gosens, esterno sinistro dell’Atalanta, hanno attirato le attenzioni di tantissimi top club anche europei, ma anche l’Inter inizia a pensarci seriamente visto che il Chelsea resta fermo sulla richiesta di 30 milioni per il cartellino di Emerson Palmieri, che quest’anno praticamente non è mai stato impiegato da Lampard. Gosens non sarebbe una seconda scelta, ma bisogna battere una foltissima concorrenza per il calciatore.

La Fiorentina punta tutto su Juric

Archiviata la salvezza per il club viola è arrivato il momento di iniziare a lavorare per la prossima stagione. Iniziando dal tecnico. In pole c’è Ivan Juric oggi all’Hellas Verona. Il club scaligero ha proposto al tecnico croato il rinnovo di contratto, ma le sirene viola tardano la fumata bianca, con il presidente Setti che rimane ottimista, ma la tentazione di una piazza come quella viola stanno facendo riflettere il croato.

Il Benevento deve dire addio a Remy

Salta il primo colpo da Serie A del Benevento. Loic Remy non vestirà infatti la maglia giallorossa. Dopo aver superato il primo step di visite mediche è infatti arrivato l’intoppo. Il calciatore per un problemino fisico non potrà avere l’idoneità per giocare in Italia. Proprio domani incontrerà il direttore sportivo, Pasquale Foggia, per un ultimo chiarimento, prima dell’addio definitivo.