Manila Nazzaro orgoglio delle donne | Parole forti a Temptation Island

Manila Nazzaro orgoglio delle donne
Manila Nazzaro - giornal.it

Manila Nazzaro viene definita dai telespettatori e da tutti i social un orgoglio delle donne dopo le parole dette all’interno del villaggio delle fidanzate. La ex Miss Italia infatti, ha stupito tutti con le sue affermazioni e il suo discorso sull’indipendenza femminile.

La fidanzata di Lorenzo Amoruso ha così spiegato alle altre ragazze la sua voglia di non dipendere né economicamente né sentimentalmente da nessun uomo, puntando solo sulla sua forza. Durante la quarta puntata di Temptation Island la ex Miss Italia racconta quello che realmente pensa sul trasferimento e la futura convivenza con Lorenzo Amoruso. Quali sono state le parole di Manila?

Manila Nazzaro orgoglio delle donne

La fidanzata di Lorenzo Amoruso sembra così decisa e convinta di quello che realmente vuole, pronta a lottare per non perdere il forte legame che la lega al suo fidanzato. Durante la puntata di ieri Manila ha così raccontato quello che realmente pensa della sua situazione con l’ex calciatore: “Molti strascichi risalgono alla mia relazione passata. Lorenzo lo sa. La mia paura per Lorenzo è che lui non voglia fare un passo concreto. La sicurezza è quella che mi è venuta a mancare di botto e quindi il trauma c’è, sicuramente. Se non faccio un passo verso di lui è perché non sono da sola e il passo lo devo far fare anche ai miei bambini. E questa è una responsabilità che non mi posso prendere. Dall’altra parte, c’è una persona, che comunque c’è Lorenzo. Una persona molto più libera di me da questo punto di vista. Il tempo vedrà (…)”.

Manila Nazzaro orgoglio delle donne
Manila Nazzaro – giornal.it

La ex Miss Italia infatti, è convinta di voler continuare a lavorare nonostante la voglia di vivere insieme al suo compagno Lorenzo. Per lei infatti, fare la vita da “mantenuta” non è mai stata nelle sue opzioni ed è così determinata a non lasciare il suo lavoro.

Manila spiega così il suo desiderio di riuscire a trovare una casa a Roma per entrambi, così da creare una nuova famiglia insieme ai suoi figli avuti da un precedente matrimonio. La Nazzaro spiega che: “Vorrei vivere comunque in una casa tutta nostra dato che in quell’appartamento ci sono cose di altre persone e onestamente anche no. Ma l’uomo alcune volte a queste cose non ci arriva, mentre noi donne siamo più attente a questi particolari. Io ho sacrificato tutto per il mio lavoro e per i miei bambini. Però, sinceramente, sacrificarmi per un uomo non l’ho mai fatto e continuerò a non farlo, perché la vita mi ha insegnato che non ne vale la pena”.

Fidanzata di Lorenzo Amoruso vuole essere indipendente

Manila Nazzaro spiega così la sua voglia di indipendenza che da sempre a caratterizzato la sua vita. Il carattere forte e determinato della fidanzata di Lorenzo ha così stupito i telespettatori che sono rimasti piacevolmente colpiti.

La Nazzaro spiega così all’interno del villaggio quello che, succederebbe se si trasferisse a Firenze da Lorenzo: “Se io non dovessi lavorare, Lorenzo dovrebbe darmi la sua carta di credito perché comunque io devo far vivere i miei figli e devo vivere io ed è una cosa terribile. Io non sono abituata. Non ce l’avevo neanche di mio marito quando ero sposata, la sua carta di credito. Lorenzo poi non è che mi passa 200 euro al mese e con questo ci devo rientrare. Io così non potrei mai lavorare, non in questa maniera. Sono abituata che se mi sveglio la mattina e voglio comprarmi una borsa, i soldi sono i miei, li ho guadagnati io, vado e non devo chiedere niente a nessuno”.

Manila Nazzaro orgoglio delle donne
Manila Nazzaro – giornal.it

La fidanzata di Lorenzo termina così il suo discorso sull’indipendenza femminile: “Chiedere non mi appartiene e non mi apparteneva nemmeno quando lo dovevo fare, perché potevo farlo. Ci sono due figli, non c’è un cane. Lui ha Firenze ha un cane, io invece ho due figli e non possiamo paragonare esattamente trasferire un cane in un giardino, a Roma, o due figli lì. Logicamente è lui che dovrebbe venire, ragazzi. C’è poco da fare. Durante la settimana lui ha una vita molto tranquilla. Si sistema il giardino, la casa, le sue cose e Playstation. E sai quante volte abbiamo litigato per sta cosa? Accetto mio figlio che ha 14 anni, ma non la fissazione”.