F1 News – Confermato il GP di Spagna del 16 agosto

Circuit atmosphere. 28.02.2020. Formula One Testing, Day Three, Barcelona, Spain. Friday. - www.xpbimages.com, EMail: requests@xpbimages.com © Copyright: Moy / XPB Images

Il calendario 2020 di Formula 1 è in via di definizione. Mancano solo le ultime tappe, presumibilmente quelle mediorientali per completare la lista delle gare di questa tormentata stagione. Ci sono ancora però dei dubbi legati ai Gran Premi già confermati, che nei giorni scorsi sembravano dover saltare per la crescita dei contagi da Coronavirus. Stiamo parlando ovviamente della Spagna, e in particolar modo di Barcellona, una delle città più colpite da una nuova ondata nelle ultime settimane. Stando ad Helmut Marko, consulente della Red Bull, il Circus ha ottenuto il via libera per andare al Montmelò, scartando quindi l’ipotesi quantomai discutibile di una terza gara a Silverstone.

“Nonostante l’aumento dei contagi da Covid in Spagna, abbiamo ottenuto il via libera – ha detto Marko a F1 Insider. Gli hotel ci hanno già detto cosa chiederanno nel momento del check-in: siamo autorizzati a procedere con il weekend del Gran Premio visto che ci muoviamo sempre all’interno delle bolle. Ci siamo abituati a vivere così in questo periodo, non c’è altro modo: credo che la risposta delle prime gare abbia dimostrato come si affronti questa situazione, la Formula 1 ha fatto tutto nel modo giusto. L’assenza del pubblico sulle tribune è un compromesso che siamo costretti a fare. E’ importante prendere sul serio la pandemia e adottare sempre le misure necessarie”.

Sulle gare già cancellate e il malumore del Brasile per il mancato GP, Marko ha un’idea ben precisa: “Viaggiare verso quelle zone sarebbe stato irresponsabile! E’ un dato di fato che l’Europa abbia gestito la pandemia in maniera migliore, quindi è logico restare principalmente da queste parti. Avremo un campionato con 15/16 gare, nessuno lo avrebbe mai detto a marzo. Il virus è ancora imprevedibile, possiamo fare delle previsioni solo in base alla situazione attuale. Se ci fosse un’altra grossa espansione in tutto il mondo, non potremmo farci nulla”.