Omicidio a Sanremo, ucciso gioielliere di 75 anni

E’ stata una notte violenta a Sanremo dove questa mattina, nella zona centrale della cittadina, precisamente al civico 95 di Corso Garibaldi è stato ritrovato il corpo di Luciano Amoretti, 75enne gioielliere, nome piuttosto conosciuto.


Entra gratis nel nostro Canale Telegram

Cronaca

Il corpo senza vita dell’uomo è stato ritrovato sulla scalinata interna della propria abitazione, e in un primo momento il tutto sembrava riconducibile ad una morte accidentale, dovuta ad una caduta, ma gli inquirenti (che hanno mantenuto per ora il massimo riserbo sulla vicenda) hanno presto cambiato ipotesi: quella più accreditata sarebbe proprio quella di un omicidio, avvenuto con un pestaggio in piena regola.
Sul luogo del delitto sono intervenuti il questore Pietro Milone e sostituto procuratore Francesca Bugané Pedretti e la polizia scientifica è al lavoro nel delineare la vicenda anche grazie all’ausilio delle telecamere presenti sul posto.

Profilo della vittima

L’uomo era infatti noto per essere al centro di commercio di orologi, gioielli e pietre preziose ma anche per diverse vicissitudini finanziarie: Nel 2011 finì sotto processo con l’accusa di commercio di preziosi risultati di provenienza illecita. I poliziotti avevano sequestrato, nel suo garage orologi, anelli, collane per un valore di decine di migliaia di euro. Tra i preziosi commercializzati dall’ex orefice anche un orologio Corum Bubble risultato provento di una truffa messa a segno nel 2002 ai danni di una gioielleria di Genova e una serie di preziosi rubati nel marzo 2007, sempre a Genova. Individuati anche ventimila euro di “Rolex” comprati con un assegno scoperto nel giugno 2009.