La cannella abbassa la glicemia: verità o falso mito?

La cannella è un albero sempreverde appartenente alla famiglia delle Lauracee, come il sassofrasso, la canfora e l’avocado. La storia della cannella ha delle origini molto antiche. I greci e i latini la utilizzavano come pianta medicinale per curare i problemi di digestione, mentre la tradizione Ayurvedica indiana vuole che sia utile contro artrite e diarrea. Più recentemente, invece, si è sparsa la voce che la cannella abbia anche la capacità di abbassare la glicemia cioè il livello degli zuccheri presenti nel sangue. Ma è vero che la cannella abbassa la glicemia? All’interno di questo articolo risponderemo a questa e altre domande.

Mangiare cannella abbassa la glicemia?

Ebbene si, la cannella ha anche questa proprietà, il modo migliore per assumerla sarebbe quello di dissolvere questa spezia all’interno dell’acqua per poi berla. In questo modo ridurremo il livello di zuccheri presenti nel sangue abbassando così anche i livelli glicemici.

La dose ottimale quotidiana è di 6 grammi di cannella, cioè un cucchiaino al giorno, riducendo in modo significativo i livelli di zucchero nel sangue dei soggetti che soffrono di diabete di tipo 2. Tali benefico sono possibili grazie a un principio attivo presente nella cannella, l’MHCP, un composto solubile di acqua e polifenolo, che ha effetti simili a quelli dell’insulina e attiva i recettori agendo in sinergia con l’ormone che metabolizza il glucosio. Alcuni studi hanno rivelato che se si beve dell’acqua con cannella per due settimane, possiamo ridurre il livello di zucchero nel sangue del 20%.

Come si prepara l’acqua di cannella

Potrebbe essere molto utile preparare a casa dell’acqua e cannella in modo da avere sempre a disposizione questo rimedio naturale efficace per abbassare la glicemia. Per poterlo fare non dobbiamo far altro che bollire 250 ml. di acqua e versarla in una tazza contenente una stecca di cannella. Dovremo lasciare la cannella in infusione per circa 10 minuti coprendo la tazza con un piattino in modo che non evapori l’aroma della spezia. Dopodiché dovremo filtrare la bevanda per rimuovere i pezzetti della stecca di cannella. Chi non ama l’aroma della cannella può dolcificare la bevanda con dello zucchero di canna integrale o con un po’ di miele. Oppure si potrebbe aromatizzare aggiungendo una fettina di limone o di arancia. Se preferite invece berla fredda potete aggiungere mezzo cucchiaino di cannella in polvere in una bottiglietta da 0.75 cl di acqua naturale, scuotere la bottiglia e usarla come semplice acqua aromatizzata alla cannella.

I benefici della cannella

Oltre ad abbassare la glicemia, la cannella, ha anche altri benefici per l’organismo. Per esempio combatte la stitichezza e la stipsi, migliora la circolazione, aiuta contro i dolori articolari. La cannella può aiutare a contrastare le varici ed è un ottimo stimolante celebrale che rinforza la memoria e la capacità di concentrazione. L’acqua di cannella stimola il senso di sazietà aiutando così, chi è a dieta, a mangiare di meno. L’acqua di cannella aiuta l’intestino contrastando la formazione di gas e prevenendo flatulenze e meteorismi. L’acqua di cannella è infine un ottimo energizzante e può essere impiegata come bevanda energetica per chi soffre di stanchezza cronica e spossatezza.