Calciomercato Torino – Nome eclatante in attacco se parte Belotti: ecco chi è

Calciomercato Torino che deve fare i conti in questi giorni con la voglia di cambiare aria di due calciatori simbolo come Salvatore Sirigu e Andrea Belotti, ma la società è pronta a non farsi trovare impreparata, proprio per questo è spuntato un nome eclatante per l’attacco che potrebbe comunque arrivare come spalla del “Gallo”.


Entra gratis nel nostro Canale Telegram

Il nome nuovo per l’attacco: Tiquinho Soares

Tiquinho Soares è un attaccante brasiliano del Porto molto prolifico, infatti ha realizzato 65 reti in 140 partite con la maglia dei portoghesi, un biglietto da visita di tutto rispetto che non può passare inosservato.

Il calciatore sa districarsi benissimo sia come prima che come seconda punta, per questo può benissimo essere la spalle ideale per Belotti, i due insieme potrebbero regalare un ottimo bottino di reti ai granata.

Giampaolo ha dato l’ok all’operazione, il costo non è elevato (il Porto chiede 10 milioni perchè quest’anno il calciatore andrà in scadenza), ma bisogna far presto, perchè sul brasiliano si possono lanciare altre big del calcio europeo.

Il Ds Vagnati sta provando subito ad allestire una rosa che soddisfi il nuovo tecnico e che posso far puntare all’Europa nel prossimo campionato.

Il Milan fa muro su Krunic

Giampaolo ancor prima di firmare per i granata ha segnalato un nome che vorrebbe per il suo centrocampo, si tratta del rossonero Rade Krunic, che ha lanciato ad Empoli e poi portato con sè anche in rossonero.

Con l’avvento di Pioli il centrocampista ha trovato pochissimo spazio, ma il Milan non sembra intenzionato a cederlo dopo una sola stagione se non davanti ad un’offerta vantaggiosa, questo sta mettendo in salita la trattativa, ma Marco Giampaolo continua a pressare la società per averlo.

Sirigu è sempre più lontano

Sembra proprio non ci siano spiragli per la permanenza di Salvatore Sirigu al Torino. Il portiere continua a chiedere la cessione, sapendo che la Roma lo vuole a tutti i costi e quindi anche il nuovo tecnico sembra rassegnato a perderlo.

Si stanno seguendo diversi profili per non sbagliare la scelta in un ruolo così delicato.