Esonero Sarri – Ecco chi sarà il prossimo allenatore della Juventus

Non è stata gradita per nulla la prematura uscita dalla Champions League per mano del Lione, che si qualifica per i quarti di finale della principale manifestazione europea avendo vinto 1-0 in casa e venendo sconfitto per 2-1 ieri sera. La dirigenza bianconera lo ha manifestato subito dopo il match contro i francesi, e ha deciso ufficialmente di esonerare il tecnico di Filigne.


Entra gratis nel nostro Canale Telegram

Champions fatale

Ancora una volta la Juventus deve rinunciare alle speranze di conquistare la Champions League, stavolta fermata agli ottavi. L’andamento dell’ex allenatore di Napoli e Chelsea aveva portato il nono scudetto di fila, ma aveva già perso la Supercoppa italiana contro la Lazio e più recentemente la finale di Coppa Italia contro il Napoli. Da poco è arrivato anche l’annuncio ufficiale da parte della Juventus:

Juventus Football Club comunica che Maurizio Sarri è stato sollevato dal suo incarico di allenatore della Prima Squadra. 

La Società desidera ringraziare il tecnico per aver scritto una nuova pagina della storia bianconera con la vittoria del nono Scudetto consecutivo, coronamento di un percorso personale che lo ha portato a scalare tutte le categorie del calcio italiano.

Futuro in panchina

Il tecnico nato a Bagnoli aveva ancora un anno di contratto con il club bianconero, a circa  6 milioni di euro annui: a questo punto c’è tanta curiosità per il successore che dovrà prenderne il posto. Si è tanto discusso del ritorno di Massimiliano Allegri, che ha vinto molto sulla panchina bianconera seppur spesso criticato per il gioco non entusiasmante espresso, oltre al non impossibile ritorno di Antonio Conte, e non ultimo c’è l’ipotesi Mauricio Pochettino, ex allenatore del Tottenham con il quale ha raggiunto la finale di Champions due edizioni fa, sollevato alcuni mesi fa per far posto a Mourinho.
Più difficile la pista che porta a Simone Inzaghi, allenatore che ha recentemente riconquistato la qualificazione in Champions alla guida della Lazio (è diventato recentemente il recordman di presenze sulla panchina biancoceleste), e che a lungo ha conteso lo scudetto proprio a Sarri nel corso di questa stagione: l’ex attaccante è un profilo che piace molto alla dirigenza bianconera ma difficilmente il presidente biancoceleste Lotito lo lascerà andare a cuor leggero.