Calciomercato Genoa – Preziosi-Gestio, è già braccio di ferro. Faggiano a lavoro

Calciomercato Genoa – L’offerta della Gestio Capital è stata rifiutata da Enrico Preziosi. Il presidente del Genoa, già poche ore dopo la diffusione della notizia dell’offerta della cordata che vede, tra gli altri, il presidente del Leeds Radrizzani, ha bollato la proposta come “ridicola”, aprendo di fatto il braccio di ferro per la cessione societaria. Nel frattempo il nuovo ds Faggiano è già al lavoro per costruire la squadra per la prossima stagione.


Entra gratis nel nostro Canale Telegram

Calciomercato Genoa – Preziosi-Gestio, è già braccio di ferro. Faggiano a lavoro

Che il Genoa sia in vendita, è noto da anni. Che Preziosi sia un osso duro, pure. Le parole del patron genoano al momento non fanno pensare a sviluppi positivi per la cessione del club. Contattato da Telenord, Preziosi ha dichiarato: “È un’offerta ridicola, li sfido a pubblicarla affinché tutti possano vederla e rendersi conto”. All’invito di Preziosi, il gruppo ha risposto con un comunicato che assicura che l’offerta è destinata a creare valore sul medio-lungo termine, e che al momento non possono essere resi noti dettagli della proposta di investimento”. Il nodo, stando ai rumors della prima ora, sarebbe legato ai debiti – circa 80 milioni – e a come andrebbero ripartiti.

Nel frattempo Faggiano è stato insignito di “pieni poteri” sul mercato per costruire la squadra. Anche se non si capisce bene con quanti e quali capitali dovrebbe movimentare la situazione. Il direttore sportivo dovrà trarre il massimo dalle proprie esperienze pregresse, molto fruttuose al Trapani e al Parma, dove pure ha raccolto tanto con poco a disposizione. Nelle ultime ore, però, nessuna traccia di trattativa concreta, con l’ambiente che è piombato di nuovo nel vortice che gira attorno all’ego di Preziosi, sempre particolarmente importante. Ma c’è anche un altro nodo: la scelta del tecnico sembra essere caduta su Vincenzo Italiano, che ieri ha raggiunto la finale playoff promozione dalla Serie B col suo Spezia. È possibile che prima del termine della post-season di cadetteria poco si faccia, sopratutto per aspettare il nuovo allenatore, ed avere il suo via libera sulle operazioni di mercato che si stanno impostando.