Nove cucchiai a settimana di olio d’oliva: ecco a cosa servono, incredibile

Una dose settimanale di olio d’oliva potrebbe funzionare meglio dei farmaci per aiutare a migliorare la prestazione di un uomo in camera da letto, suggerisce una nuova ricerca. Sono stati gli scienziati dell’Università di Atene a misurare la dose ottimale di “oro verde”, ne bastano soli 9 cucchiai a settimana per ridurre il pericolo di impotenza di circa il 40%.

Sesso: olio d’oliva per ridurre il rischio di impotenza

Lo studio, presentato al Congresso dell’European Society of Cardiology (Esc) a Monaco di Baviera, è stato condotto su 660 uomini con un’età media di 67 anni e ha rilevato che coloro che adottano una dieta mediterranea, e dunque, ricca di frutta e verdura, legumi e pesce, hanno meno problemi a letto e vedono persino migliorare le loro performance. L’olio d’oliva, che non manca mai nella dieta mediterranea come condimento degli alimenti, può addirittura aiutare a migliorare la circolazione e ad aumentare drasticamente i livelli di testosterone, riducendo il rischio di disfunzione erettile.


Piccoli cambiamenti nello stile di vita potrebbero dunque rivelarsi più vantaggiosi rispetto all’uso di medicinali, specie per coloro che cercano una soluzione a lungo termine. E soprattutto vuole azzerare il rischio di effetti collaterali dei farmaci, che includono mal di testa, mal di schiena e disturbi visivi.

L’olio d’oliva

L’olio d’oliva è un condimento ben conosciuto in cucina, soprattutto nella sua variante extra vergine. L’olio d’oliva ha origini antiche ed è ricco di proprietà e caratteristiche organolettiche e nutritive benefiche per la salute. E’ uno dei condimenti base della dieta mediterranea, molto diffuso per insaporire la carne, l’insalata e i piatti di pesce. L’olio di oliva è ricco di sostanze come antiossidanti, polifenoli e acidi grassi monoinsaturi.

Bere olio d’oliva

Bere un cucchiaio di olio d’oliva al mattino a stomaco vuoto è la mossa migliore che si possa fare per la propria salute. Bere olio d’oliva fa bene alla digestione, al cuore, al fegato e alle ossa. L’olio d’oliva ha potere depurativo nei riguardi del nostro fegato, ma ha anche delle proprietà antinfiammatorie, fa bene molto allo stomaco e riduce problematiche come la gastrite. L’olio di oliva è molto consigliato a chi soffre di ipercolesterolemia, perché aiuta a ridurre il colesterolo cattivo LDL e aumenta quello buono HDL contribuendo a migliorare la funzionalità del sistema cardiocircolatorio.

Bere l’olio d’oliva favorisce il transito intestinale, dato che ha effetto lassativo, per cui è molto consigliato se si soffre di stitichezza, non lo eliminate dalla vostra dieta. Bere olio d’oliva aiuta l’organismo a depurarsi da scorie e tossine e tiene lontano il cancro della pelle. L’olio d’oliva fa bene alla cute e rende i capelli luminosi ritardando il processo di invecchiamento cellulare. Bere olio d’oliva migliora l’assorbimento delle vitamine A, E, D e K2 e di minerali come il calcio e il magnesio, aiuta la memoria e la capacità di concentrazione.