Mozione di sfiducia della Lega per Lucia Azzolina

Dopo numerosi annunci da parte del leader della Lega Matteo Salvini, la mozione si sfudicia nei confronti della ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina è stata ufficialmente depositata in senato.

Gestione “disastrosa”

L’operato della ministra è stato messo duramente in discussione dall’opposizione che ha definito il lavoro della Azzolina disastroso a pochi giorni dal ritorno a scuola, e per presentare la mozione di sfudicia è stato scelto Palazzo Madama invece di Montecitorio, probabilmente per dare maggior risonanza a causa del margine più ristretto di parlamentari.
Il testo riporta: “La disastrosa gestione della scuola della ministra Azzolina, sta tenendo in tensione famiglie, studenti e personale, una ministra che ha perso molti mesi preziosi in chiacchiere, senza fornire alcuna certezza sul proprio destino a 8 milioni di studenti. Il governo non ha alibi e l’incapacità di chi lo rappresenta pesa ormai irrimediabilmente sulla vita e sulla formazione dei nostri ragazzi. Servono risposte immediate, non c’è più tempo e senza ripartenza in sicurezza della scuola non riparte l’intero Paese” e viene criticato anche il governo definito definito incapace di gestire la situazione scuola in tutta sicurezza, il cui lavoro peserebbe in maniera grave sulla salute e la formazione degli studenti.


In difesa della ministra

Alla Azzolina proseguono le critiche da parte del Carroccio sulla tesi di laurea che avrebbe plagiato (anche se vi sono state smentite). In difesa della ministra dell’istruzione è intervenuto il capogruppo del Partito Democratico Andrea Marcucci che ha asserito che “la Lega tifa per il disastro, definendo la mozione una mossa strumentale e politica” mentre l’atteggiamento è stato definito “da sciacallo”.
Anche il partito della ministra accorre in soccorso con il capogruppo M5s in Senato Gianluca Perilli, che ha ribadito l’uso strumentale della mozione di sfiducia, difendendo l’operato della ministra, definendolo migliore dei predecessori; la Lega, secondo Perilli starebbe danneggiando gli studenti con una vera e propria campagna elettorale.