L’Emilia-Romagna di Bonaccini riapre ai tifosi: Parma-Napoli e Sassuolo-Cagliari con il pubblico

A poche ore di distanza dalla dichiarazione di una prima riapertura al pubblico delle manifestazioni sportive direttamente dal ministro dello sport Spadafora, il governatore dell’Emilia Romagna decide di riaprire (parzialmente) gli impianti della regione al pubblico, con l’ausilio di un’ordinanza.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Apertura al pubblico

L’attuazione dell’ordinanza permetterà quindi fino a mille spettatori di seguire le prime partite di Serie A in Emilia, ossia Parma-Napoli e Sassuolo-Cagliari, mentre ad Imola sarà permesso il pubblico fino a 13mila persone in occasione del GP di Formula 1, previsto il prossimo 31 ottobre.

Regolamentazione

Niente striscioni, bandiere e simili e niente posti in piedi, così come proibita qualsiasi forma di contatto prima e dopo la gara tra spettatori e calciatori, presenza obbligatoria di mascherine e del distanziamento sociale. Anche la vendita dei biglietti sarà permessa solo online, la vigilanza allo stadio dovrà occuparsi di un corretto scaglionamento del pubblico che dovrà rispettare l’assegnamento del posto acquistato in maniera rigorosa.
Tramite speaker saranno diffuso un programma definito relativo al comportamento da adottare per rispettare le normative anti Covid e verranno conservati per due settimane gli elenchi nominativi delle persone presenti allo stadio per eventuali controlli successivi, in caso di nuovi casi, così da permettere una più semplice identificazione da parte delle autorità sanitarie.