Il futuro degli amministratori di condominio passa per il web

amministratori di condominio e applicazioni

L’impatto della tecnologia sul mondo del lavoro ha subito un’accelerazione impressionante, tanto che perfino i lavori più tradizionali hanno bisogno di nuovi supporti, nuove modalità di interazione.

I paradigmi dell’informazione cambiano, portando le aziende ad avere bisogno di un approccio più “smart” nella gestione dei feedback dei clienti e più interattivo, spostando parte delle loro comunicazioni nell’onnipresente Internet, la rete.

Amministratori 4.0

Il mondo degli amministratori di condominio è l’esempio perfetto di come la tecnologia viene applicata a realtà prettamente italiane, portatrici di istanze tradizionali e innovative.

Non esiste uno standard di efficienza applicabile a chi svolge questa professione, perché il mondo del lavoro che stiamo abbandonando si concentrava più sulla certificabilità / autorità ricevuta dalle istituzioni della figura lavorativa che sui risultati, concetto legato per la maggiore alla cultura anglosassone.

Ma in un mondo in cui il professionista fagocita i competitors il bisogno di avere un riscontro e un appeal agli occhi dei condomini / clienti è obbligatoria.

Come nel caso dello studio ACC, amministratori di condominio palermitani che hanno adottano l’utilizzo di applicazioni e CRM per gestire i condomini che segue.

Applicazioni e CRM

Se la parola applicazione ci è comune, forse lo è meno quella di CRM (Customer relationship management), letteralmente Gestione delle relazioni con i clienti.

Si tratta di software che gestiscono mail, chat, task (operazioni che gli addetti al customer care dello studio devono perseguire) e sondaggi per comprendere cosa vuole il cliente, come migliorare il proprio servizio.

Nel mondo in cui viviamo, il cosiddetto post-moderno, l’importanza del contatto (virtuale) con il condomino / cliente colonizza lo spazio relazionale utile per il professionista.

Per quanto riguarda le chat, la nascita delle PWA (Progressive Web App) da la possibilità ad un sito di trasformarmi in un’applicazione da cellulare e da desktop grazie al semplice clic su un banner o da un’indicazione segnalata dal browser. Si tratta di una tecnologia che abbatte il bisogno di spostare il cliente fuori dal sito verso uno dei vari app store.

Chat e e-mail marketing

Se la cura del condomino è diventato il fattore di ottimizzazione imperante, allora bisogna iniziare un processo di “clientelizzazione” della persona. Riconoscere i bisogni, supplire velocemente alle richiesta ma ancora più importante essere presenti nella mente dei condomini apre il lavoro dell’amministrazione di condominio a vere e proprie strategie di marketing.

Molti strumenti, come quelli presenti in CRM come Salesforce o Hubspot, sostituiscono il normale concetto di chat con quello di chatflow, di strumento che permette di archiviare ed utilizzare le discussioni espresse nella chat per compiere azioni.

Nel mondo dei condomini una chat è lo strumento principale per ricevere informazioni veloci, ma lo è anche per tenere traccia delle richieste più frequenti e dei problemi ad essi connessi.

Si tratta dunque di una miglioria della qualità di vita che prende forma tramite la tecnologia della rete.