Mani di Bonucci in Juve Samp – Perché non è rigore?

Primo vero episodio arbitrale contestato del campionato italiano in Juventus – Sampdoria, durante la prima frazione di gioco, con il risultato di 1 a 0 per i padroni di casa grazie al primo goal in bianconero di Kulusevski: le proteste dei giocatori blucerchiati si sono intensificate dopo un tocco di braccio da parte del difensore Leonardo Bonucci, che può segnerà il goal del 2 a 0 nella seconda frazione.


Su Giornal.it Calciomercato LIVE ogni giorno con tutte le notizie più importanti e gli aggiornamenti più eclatanti.
DAL NOSTRO NETWORK


Nonostante in foto l’intervento sembri piuttosto evidente, a velocità regolare l’azione è stata considerata non punibile dall’arbitro Piccinini e lo stesso giudizio è stato evidentemente dato da parte di Calvarese, l’addetto al VAR: l’arbitro infatti non ha neanche sollecitato l’intervento della tecnologia, facendo proseguire l’azione, nonostante le numerose proteste, che non si sono arrestate facilmente anche dopo il termine del match, visto che un rigore per i doriani sul risultato in bilico avrebbe potuto cambiare l’esito della partita.

Come annunciato dal designatore arbitrale Nicola Rizzoli, il trend deciso quest’anno per i falli di mano sarà di evitare di fischiare salvo episodi clamorosi.