Caso Suarez, cosa rischia la Juventus in caso di violazione dell’articolo 32?

Caso Suarez – Un affare chiuso e impossibile per tempi e modalità. Eppure il trasferimento di Suarez alla Juventus continua a tenere banco in questi giorni sui giornali e nelle Procure che stanno indagando sull’esame farsa sostenuto dal giocatore, settimana scorsa, a Perugia. Intercettazioni ambientali, infatti, hanno rivelato che il buon esito dell’esame del calciatore sia stato favorito dalla commissione quando in realtà l’attaccante non sarebbe stato in grado di dimostrare di conoscere davvero la lingua italiana.

L’indagine intorno all’esame farsa sostenuto da Luis Suarez potrebbe portare però anche a conseguenze sportive. La FIGC ha già aperto un’inchiesta per fare chiarezza sui fatti. Per ora tutti gli indagati a livello penale sono soltanto membri dell’Università di Perugia. Le due indagini, però, non vanno di pari passo, per cui potrebbero esserci conseguenze sportive e non penali, o viceversa. La Juventus, al momento, non è indagata. Il nome di Fabio Paratici è stato fatto in alcune intercettazioni, ma fino a questo punto delle indagini non è stato riscontrato un coinvolgimento del CFO bianconero.

Secondo l’avvocato Maria Turco dello studio Chiappero, legale del club, la Juventus sarebbe anche estranea ai fatti, essendo lei stessa l’unico contatto con l’Università per quanto riguarda il discorso Suárez. Ma cosa rischia la Juventus, in termini sportivi?

Caso Suarez: cosa rischia la Juventus a livello sportivo?

Il codice della Federcalcio dal 2001 contiene un articolo che regolamenta l’ottenimento di documenti di cittadinanza alterati o per eludere le norme: “Le società nonché i loro dirigenti, tesserati, soci e non soci di cui all’art. 2, comma 2, che compiano direttamente o tentino di compiere ovvero consentano che altri compiano atti volti ad ottenere attestazioni o documenti di cittadinanza falsi o comunque alterati al fine di eludere le norme in materia di ingresso in Italia e di tesseramento di calciatori extracomunitari, ne sono responsabili applicandosi le sanzioni di cui ai successivi commi 8 e 9”.

In pratica: i bianconeri potrebbero essere puniti con una multa in caso di responsabilità oggettiva, mentre penalizzazioni, retrocessione all’ultimo posto o esclusione dai campionati in caso di responsabilità diretta.