Tutto su Moneyfarm: opinioni, recensioni, costi e rendimenti

Bisogna investire ma con qualità. Questo ormai è un diktat che sembra irrinunciabile se vogliamo entrare nel mondo degli investimenti e trarne vantaggio.

Questo è praticamente anche un dilemma negli istituti bancari, dove il dubbio avviene sul scegliere consapevolmente di pubblicare informazioni associate alla metrica mutualistica, che spesso è un atto di responsabilità sociale concreto che non richiede investimenti impossibili, ma soltanto l’espressione di una effettiva capacità di comprensione nonché sensibilità verso tutti gli stakeholder. Dunque, abbiamo già dimostrato uno dei tanti esempi che possiamo fare collegando l’economia al mondo degli investimenti.


Investire facilmente con Moneyfarm: ecco come fare


Per aiutarci negli investimenti, dunque, abbiamo bisogno di compagnie e di sistema affidabili, in quanto il campo di lavoro e abbastanza ampio e non possiamo permetterci di fare dei veri e propri “buchi nell’acqua”. Con Moneyfarm possiamo avere dei giusti strumenti per valutare i nostri investimenti e agire così di conseguenza.

Andiamo sul sicuro con i numeri uno

Investire con Moneyform è garanzia, intanto, di esserci affidati a dei professionisti e non a degli improvvisati strakeholders come spesso se ne vedono dei più disparati nei vari mercati.

La Moneyfarm è ormai una delle società più quotate, con un esempio di successo nel panorama italiano dell’innovazione in campo economico, oltre a essere sempre più una certezza a livello europeo per gestire digitale i propri risparmi. È stata, nel corso degli anni, una delle iniziative maggiormente quotate, in quanto ha avuto l’attenzione di alcuni colossi come Allianz (e non a caso la compagnia di assicurazioni ha investito pesantemente in Italia, leggasi anche alla voce Juventus) oppure Cabot Square Capital.



 Costi trasparenti

Moneyfarm non fa tranelli, non mette il cliente in difficoltà, agisce secondo coscienza. Questa sembra essere una base azzeccata per descrivere un lavoro quotidiano molto capillare, in cui ogni dettaglio può essere decisivo.

Prendiamo ad esempio un investimento minimo a 5.000 euro:  sulla gestione patrimoniale si applica l’1% annuo sul contro valore iva esclusa, che può andare sino all’investimento su 19.900 euro. Alzando il capitale…si abbassa la percentuale. Sulla gestione patrimoniale da 20.000 euro sino a 199.999 euro andiamo sullo 0.75%. Per il piano pensione, invece, andiamo prima sullo 0,50% se non tocchiamo quota 500.00 euro (lì la percentuale è del 0,40%).

Ricordiamo come la commissione comprende i costi di transazione, nonché i costi di consulenza e quelli di tenuta conto. I bolli statali e le imposte sono quindi escluse e rimarranno a carico del cliente, ma la commissione potrà essere ridotta in caso di promozioni o adesione al programma “Invita un amico”, ricordando inoltre come la stessa commissione sia addebitata a cadenza mensile, e che il suo valore è pari alla media del controvalore giornaliero del portafoglio.

Recensioni e premi dai clienti

Con Moneyfarm chi mastica già delle basi di economia e di investimenti parte molto più avvantaggiato, in quanto può diversificare e scegliere quale sia il pacchetto giusto da poter sfruttare e dunque da utilizzare. Che sia apprezzata, lo dicono anche alcuni fatti recenti.

Nel corso degli anni Moneyfarm è riuscita a scardinare pian pianino anche la diffidenza dei più scettici e a imporsi in un settore non certo facile. Moneyfarm è stata premiata dall’industria e dagli esperti per l’innovazione per la capacità di portare una ventata d’aria fresca, senza dubbio, nell’industria finanziaria. I riconoscimenti più importante sono quelli giornalieri dei clienti che si complimentano per il livello del servizio offerto.

A testimonianza di ciò, anche la ricerca svolta dall’istituto tedesco “Qualità e Finanza”:  su oltre 200.000 consumatori, Moneyfarm è risultato addirittura come il migliore servizio di consulenza finanziaria indipendente in Italia per gli ultimi cinque anni, sicuramente una bella soddisfazione proprio per dimostrare come i clienti, nel corso del tempo, siano diventati una matrice importante, segnalando in positivo quanto fa questa società con analisi e risultati ormai lampanti.