Le quattro donne più timide secondo l’oroscopo: ecco chi sono

Oroscopo Settembre 2020, i segni che riceveranno un dispiacere

E’ ancora diffusa la convinzione che una donna per apparire femminile non debba celare la propria timidezza, nonostante secondo molti questa possa essere considerata una concezione oramai superata. Tuttavia è assodato che esistono profili femminili decisamente più timidi rispetto ad altri, spesso correlati a dei segni specifici. Quali sono quelli più timidi?

Da non perdere:
  • Oroscopo Branko domani
  • Oroscopo Paolo Fox domani



  • Acquario

    Personalità decisamente riservata, anticonformista e poco propensa al dialogo, le donne Acquario vengono spesso bollate semplicemente come “timide”, sopratutto quando devono sbilanciarsi su un giudizio, anche se hanno un’ottima fiducia in loro stesse.

    Scorpione

    Appaiono da subito molto misteriose ed enigmatiche le donne Scorpione, e il loro atteggiamento notoriamente selettivo verso gran parte delle persone che incontrano può essere facilmente interpretato come timide. Talvolta è così, ma questo accade notoriamente quando non trovano personalità compatibili, insomma la timidezza è una forma di autodifesa per non esporsi.

    Cancro

    Pacate e tranquille, le nate sotto questo segno non badano molto alle opinioni comuni, essendo notoriamente portate per la vita in solitaria e la non continua ricerca di un partner e persone compatibili. Il tipo di timidezza in questo caso è più che altro correlato ad una sorta di disinteresse, visto che non hanno alcuna intenzione di apparire diverse da come in realtà sono.

    Pesci

    Differente la tendenza delle Pesci, che sopratutto in giovane età tendono ad apparire tra le più timide in assoluto tra i segni dello zodiaco, al punto di evitare in modo sistematico situazioni generalmente normali solo per non avvertire imbarazzo e disagio. In questo caso è un tipo di timidezza estremo, che appare come passivo agli occhi dei più.
    Ecco perchè spesso amicizie di segni differenti riescono a farle uscire dal loro “guscio”.