Ingrediente segreto per la carbonara: ecco cosa devi utilizzare

Conosci l’ingrediente segreto per la carbonara? Prima di rivelartelo, facciamo un attimo il punto della situazione in merito alla fama di questo straordinario piatto. Grande classico della cucina romana, la carbonara è famosa per il fatto di rappresentare una straordinaria sinergia tra ingredienti croccanti e dal sapore deciso e altri che, invece, hanno una consistenza più cremosa e delicata.

Quando la si nomina, è bene specificare che, partendo dalla Città Eterna, ha avuto successo in tutta Italia. Anche se la ricetta originale è romana, in diverse parti del Bel Paese è stata rivisitata. Per rendersene conto basta specificare che, in Italia, la carbonara viene preparata utilizzando sia la pasta corta, sia la pasta lunga. Come non ricordare poi la distinzione tra chi utilizza il bianco dell’uovo e chi, invece, per la ricetta utilizza il tuorlo?

Ma come si prepara la vera carbonara? Nelle prossime righe, rispondiamo a questo diffusissimo interrogativo.

Carbonara: come preparare la ricetta originale e qual è l’ingrediente segreto

La prima cosa da specificare in merito è il fatto che, anche e come rammentato sopra il successo della carbonara è partito da Roma, oggi come oggi non si può parlare di esistenza di una ricetta originale. In ogni caso, esistono alcune linee guida dalle quali non si può transigere.

Tra queste, rientra il fatto di utilizzare pecorino romano con stagionatura media, ma anche guanciale e spaghetti. Essenziale è ricordare che non c’è bisogno né della pancetta a cubetti, né della panna.

La preparazione della carbonara inizia facendo bollire l’acqua. Non appena ci si accorge che è arrivata alla temperatura giusta, si prendono gli spaghetti e li si butta dentro. Attenzione: dal momento che il guanciale e il pecorino sono già molto salati di loro, di cloruro di sodio nell’acqua della pasta non bisogna mettercene tanto.

Mentre la pasta cuoce, è bene eliminare la cotenna dal guanciale e, successivamente, tagliarlo a cubetti. Il pezzo di cotenna non deve essere buttato via, ma messo in acqua di cottura assieme alla pasta.

Il guanciale deve essere saltato in padella. Attenzione: qui troviamo il segreto! Più i cubetti che si tagliano sono spessi, più il risultato finale sarà piacevolmente croccante. Per essere precisi, quindi, non si tratta di un ingrediente segreto – dato che il guanciale è arci noto come parte della ricetta della carbonara – ma di un trucco tecnico legato alla preparazione, durante la quale bisogna ricordare anche di aggiungere le uova a fuoco spento.