Smalling alla Roma – Un tormentone che ci ha accompagnati dal termine della scorsa stagione fino a tutta la durata di questo calciomercato. Chris Smalling e la Roma un amore interrotto e ostacolato dal Manchester United eppure ora siamo arrivati, forse, ad una conclusione positiva sia per la squadra giallorossa che per tutti quei fantallenatori che sperano di poter riavere in rosa il difensore inglese.

Venerdì l’intermediario che porta avanti l’operazione Smalling sarà a Trigoria per provare a sbloccare la situazione. Potrebbe essere la giornata decisiva, c’è fiducia di poter arrivare a una conclusione positiva che accontenti il Manchester United. L’alternativa, se le cose dovessero andare male, sarebbe il ritorno di Rudiger – attualmente in forza al Chelsea ma inseguito anche da Tottenham – in prestito, probabilmente oneroso con diritto di riscatto. Per il classe 1993 nell’ultima stagione 28 presenze e 2 reti con la maglia dei Blues.

Con lo United la Roma proverà ad imbastire un discorso relativo anche a Diogo Dalot, portoghese classe ’99 che i Red Devils vorrebbero cedere solo a titolo definitivo. Tuttavia, così come farà il Milan, i giallorossi proveranno a proporre un prestito. Le alternativa al ritorno di Smalling alla Roma sono sul piatto, ma non è un mistero che Fonseca rivorrebbe indietro il suo pupillo, un giocatore esperto e in grado di comandare la difesa con il suo carisma oltre che essere decisivo sotto porta quando chiamato in causa.

Comments are closed.