Barbara Boncompagni – Chi è la figlia di Gianni Boncompagni

Barbara Boncompagni è una delle figlie di Gianni Boncompagni, entrambi volti noti del piccolo schermo italiano. L’erede del grande autore infatti è una cantante e un’autrice televisiva e ha vissuto il suo debutto negli anni Ottanta.

Barbara Boncompagni è la figlia più piccola di Gianni. “Eravamo molto piccole quando i miei si sono separati”, ha detto poco tempo fa a Storie Italiane, “un anno io e 3 e 6 anni le mie sorelle. Lui si è tirato su queste bambine da solo”. Il padre infatti è stato abbandonato dalla moglie e si è occupato delle figlie sotto tutti i punti di vista.

Barbara Boncompagni – La figlia di Gianni Boncompagni

Barbara Boncompagni nasce nel 1963 a Roma e debutta in tv grazie a Drim, una delle trasmissioni firmate dal padre. Al microfono canta la sigla Con i piedi all’insù. Due anni dopo canta Colpo di fulmine per la trasmissione Tre x tre e nell’83 debutta a Sanremo con Notte e giorno, un singolo che le permette di ottenere un buon successo. Diventa poi vocalist di Non è la Rai dal ’93 al ’94 e negli anni successivi firma diversi programmi per la Magnolia, come La posta del cuore. Da sempre legata al padre, anche oggi Barbara continua ad avere un tenero ricordo di Gianni. “Ha lasciato un sacco di cose nell’aria, a cominciare dalla musica”, ha detto ad Eleonora Daniele, “e poi i modi di vivere, di essere, i modi di dire. Non ti so spiegare bene, ma non c’è tristezza”.

Il padre è sempre stato presente nella vita di Barbara e delel sue sorelle. Il lavoro lo impegnava moltissimo, ma ha sempre trovato il modo per occuparsi della sua famiglia. Severo in tv quanto permissivo e aperto in casa: Gianni non ha mai adottato la strategia dei rimproveri e ha impostato tutto sugli esemi di comportamento che ha regalato alle figlie. “Non ci rimproverava mai”, ha detto infatti Barbara al Corriere della Sera, “non gli ho mai sentito dire cattiverie sui colleghi”. Lei invece si è sempre dimostrata sveglia fin da bambina. A soli 12 anni si è accorta che la loro governante rubava in casa e ha deciso di dire tutto al padre. “E lui, che alla governante non poteva rinunciare data la situazione, mi rispose ridendo ‘Beh, è divertente no? Una ladra in casa, un diversivo'”.