Calciomercato Verona, Juric scontento: “Non abbiamo fatto quanto mi aspettavo. Pessina è dell’Atalanta”

Calciomercato Verona: il tecnico Ivan Juric non ha mostrato un certo malumore nella conferenza stampa di oggi nella quale ha presentato Parma-Hellas Verona, prossimo impegno di campionato della squadra scaligera. Juric ha spiegato che sopratutto per quanto riguarda l’attacco non si è fatto quanto era nelle sue attese per migliorare l’organico, e che al momento sarà necessario adattare il gioco alle caratteristiche dei calciatori presenti.


Entra gratis nel nostro Canale Telegram

Calciomercato Verona, Juric scontento: “Non abbiamo fatto quanto mi aspettavo. Pessina è dell’Atalanta”

Juric non ha usato giri di parole, come nelle sue caratteristiche, per rispondere alle domande sul mercato arrivate durante la conferenza stampa prepartita di Parma-Hellas Verona. Il tecnico ha spiegato di aver ricevuto meno di quanto si aspettasse sopratutto sul fronte offensivo. Queste le sue parole: “Abbiamo perso Borini, e nella mia testa servivano molte cose per migliorare l’attacco. Adesso non abbiamo fatto quello che pensavo. Per quanto riguarda il tipo di attaccante, mi adatto. Favilli è arrivato al posto di Stepinski. Mariusz è un ragazzo strepitoso, ma aveva bisogno di cambiare aria. Favilli ha le sue caratteristiche, e imposteremo il gioco sulle sue caratteristiche quando giocherà”. 

Un doversi adattare che il tecnico evidentemente proprio non si aspettava dopo aver raggiunto i limiti della zona Uefa nel campionato dell’anno scorso, in cui l’Hellas Verona è stata la vera sorpresa. Con la squadra rivoluzionata dalle partenze, non solo in avanti, ma anche nel reparto arretrato (Kumbulla e Rrahmani sono andati rispettivamente alla Roma e al Napoli, ndr), Juric si ritroverà a fare di necessità virtù. Un po’ di delusione anche per il mancato ritorno di Pessina dall’Atalanta, per il quale però Juric ha ammesso che sono subentrati gli interessi del club proprietario del suo cartellino: “Pessina è un giocatore dell’Atalanta. Poi io magari mi faccio illusioni, perché ci ha dato tanto e gli voglio bene. Ma è giusto che l’Atalanta faccia i suoi interessi. Non so quale sia la percentuale di un suo possibile ritorno”.